Ho problemi di erezione, vi scrivo per disperazione...

Ho problemi di erezione, vi scrivo per disperazione…

Salve, ho 24 anni e vi scrivo quasi per disperazione.
Sono fidanzato da 5 mesi e in tutto questo tempo siamo riusciti ad avere un rapporto sessuale completo solo 2 volte. Presumo che prima non ho mai avuto un simile problema, né con le ex fidanzate , né durante i rapporti occasionali. Fin dalla prima volta in cui abbiamo provato a fare sesso, dopo i preliminari il mio pene ha perso l’erezione. La cosa è andata avanti peggiorando, il problema ha continuato a ripresentarsi. Inizialmente ho attribuito il problema all’ansia da prestazione, infatti stavo sempre col pensiero “stavolta ci riuscirò o no?”. Visto che usavo il preservativo, mentre lo mettevo, molte volte perdevo l’erezione, ho deciso di non farne più uso, ma è stato inutile.  Ecco la situazione è peggiorata, nell’ultimo mese ho perso totalmente la voglia di fare sesso, di masturbarmi, e neanche la mattina ho il pene eretto. Ciò ha aggravato molto il rapporto con la mia ragazza, ogni volta che fallisco, mi deprimo,  ci penso di continuo. Lei  dice che non provo attrazione per lei, altrimenti questo non succederebbe. Il fatto però è che io la amo tanto, stiamo molto bene insieme e ora dopo un ennesimo fallimento di fare sesso, abbiamo litigato.
Per favore, ho bisogno di aiuto, cosa posso fare per risolvere il mio problema? Potrei essere affetto da un disturbo ormonale? Devo farmi visitare da un andrologo?
Confido in una vostra risposta e aiuto.
Grazie

T. 24 anni


Caro Tudor,
comprendiamo la tua preoccupazione circa i problemi di erezione e anche il sentimento che ti porta a dire “disperazione”.  Ci sentiamo di rassicurarti dicendoti che è una difficoltà diffusa tra gli uomini e, già riuscire a parlarne, è il primo passo per avviare un cambiamento. Ricercare le cause di una momentanea difficoltà nell’erezione implica toccare vari ambiti, sia della sfera fisica che psicologica, che di coppia, proprio perché è complesso come fenomeno.
L’eccitazione sessuale maschile è un processo complesso che coinvolge cervello, ormoni, emozioni, nervi, muscoli e vasi sanguigni. La disfunzione erettile può derivare da un problema relativo ad uno qualsiasi di questi fattori, allo stesso modo lo stress e problemi di salute possono causare o peggiorare il quadro complessivo. A volte invece è una combinazione di problemi psicologici e fisici, per esempio un piccolo problema fisico che rallenta la risposta sessuale può causare ansia nel mantenere l’erezione. Non c’è una regola generale per tutti, dipende molto da caso a caso, perciò, come tu stesso dici bisogna attivarsi per individuarne l’origine, in ogni sua sfaccettatura.
Può interessarti, a tal proposito, leggere questo articolo di approfondimento. 
Superato l’imbarazzo iniziale ti consigliamo di rivolgerti ad un Andrologo o un Sessuologo per poter iniziare a confrontarti con un esperto che possa aiutarti, senza lasciarti scoraggiare dalla difficoltà.
Bisogna fare i conti con l’idea di infallibilità e riuscire ad elaborare l’eventuale senso di frustrazione sperimentato, la pressione che viene a crearsi ed il confronto con la partner. Proprio perché è difficile riuscire ad analizzare e superare tutto da soli è il caso di rivolgersi ad un Professionista, come responsabilmente riconosci anche tu. In bocca al lupo!
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it