spettacolo

Dona un neurone anche tu! Bebe Vio e Cattelan contro gli haters

Roma – Dopo le spiacevoli minacce sulla pagina Facebook di Bebe Vio, la campionessa paralimpica ospite del programma “E poi c’è Cattelan”, in onda su Sky, ha lanciato la provocatoria campagna “Dona un neurone a un haters”.

Con sorriso, determinazione e disinvoltura Bebe ha dimostrato ancora una volta di avere una marcia in più: “Molte persone sono più sfortunate delle altre, persone che non sono come noi”, ha esordito il presentatore Alessandro Cattelan, “Persone che nascono con qualcosa in meno e che fanno fatica in ogni momento della loro vita” ha proseguito la Vio e poi all’unisono: “Sono gli haters”. Un video diretto a tutti “gli odiatori del web”, “all’apparenza persone normali” ma in realtà gente incapace di compiere anche i gesti più semplici e allora parte la campagna “Aiuta un hater: dona un neurone!”.

#EPCC per l’Asociale” dice Cattelan, una raccolta per tutti quei disagiati che chiusi nelle loro stanzette passano la loro giornata ad insultare gli estranei, un chiaro appello che con ironia e fermezza sta facendo il giro del web regalando un sorriso e – soprattutto – sensibilizzando chi troppo spesso con ingenuità o con cognizione di causa compie piccoli/grandi insulti in rete. Una piccola rivoluzione in un video che con i giusti modi invita tutte le vittime di insulti e minacce sui social a parlare e denunciare. Insomma basta davvero poco: basta un neurone! Usa anche tu l’hashtag #EPCCDonaUnNeurone.