Il sorriso della Gioconda è di felicità. Uno studio scientifico lo prova

Il sorriso della Gioconda è di felicità. Uno studio scientifico lo prova

sorriso della giocondaROMA –  È uno dei quadri più enigmatici della storia dell’arte. Ha smosso quesiti su quesiti ma solo adesso – a 514 anni dalla sua creazione – si può dire con certezza che il sorriso della Gioconda è di felicità. A provarlo un vero e proprio studio scientifico dell’Università di Friburgo, in Germania, che ha analizzato l’opera di Leonardo Da Vinci.

Il sorriso della Gioconda è di felicità per il 97% dei partecipanti allo studio scientifico

Partendo da una copia in bianco e nero del capolavoro, gli studiosi hanno distorto gli angoli della bocca della Gioconda in modi diversi per fare varie prove. Il risultato otto immagini alterate da associare a circostanze diverse. Nelle prime quattro l’effetto ottenuto era quello di allegria, mentre nelle restanti quattro di tristezza. Così le nove immagini – le otto modificate e l’originale – sono state sottoposte più volte all’attenzione dei partecipanti al test che ne è seguito. Ogni volta le varie copie venivano rimescolate in modo che la sequenza fosse casuale. Compito dei volontari stabilire se l’immagine rappresentasse una persona triste o felice.

Per il 97% dei partecipanti non ci sono stati dubbi. La Monna Lisa è felice. L’esperimento, la cui validità è stata messa in dubbio da alcuni appassionati di arte, è di certo un piccolo passo per risolvere l’eterno enigma. I ricercatori, infatti, hanno specificato che non esiste una scala assoluta di felicità e tristezza, ma dipende dal contesto in cui ci troviamo. Come suggerisce Juergen Kornmeier, uno degli autori dello studio, chiaramente gli esseri umani preferiscono gli stati d’animo che indicano gioia.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it