tech

Google e Facebook signori della pubblicità digitale

Google e Facebook pubblicitàROMA – Google e Facebook signori della pubblicità digitale al tal punto che si può parlare di duopolio. Inutile quindi, durante la navigazione, stupirsi dell’invasione degli annunci pubblicitari. I due colossi del web raccolgono la maggior parte degli spot sia direttamente che attraverso le controllate.

Google e Facebook pubblicità a tutto spiano

Il nuovo rapporto di eMarketer e le indiscrezioni del Financial Times parlano chiaro. Google e Facebook gestiscono la maggior raccolta pubblicitaria del web. Pubblicità sulla rete che, quest’anno, potrebbe superare quella trasmessa dalla televisione. Queste le cifre secondo gli analisti. La spesa per la pubblicità on line crescerà sul mercato statunitense di circa il 16% raggiungendo entra quest’anno quota 83 miliardi di dollari. Tradotto vuol dire un incremento dei ricavi del 15% per Google e del 32% per Facebook. Solo nel 2015, le due aziende hanno fatto incetta della nuova pubblicità destinata alla rete toccando una quota di raccolta pari al 75%.

Google, Facebook e le controllate

Se Big G consolida la sua raccolta pubblicitaria nel segmento search (28,6 miliardi di dollari e una quota del 78% del mercato Usa), il social in blu monopolizza quello del display advertising. I suoi ricavi si attestano ad oltre 16 miliardi di dollari. La pubblicità raccolta è tolta ad altri colossi del web che rispondono al nome di Yahoo, Bing e Twitter. Se la quota di mercato di Google toccherà in questo 2017 il 40,7%, Facebbok salirà fino al 20% circa. Per Facebbok la parte del leone, nell’accaparrarsi pubblicità, è sostenuta da Instagram che contribuirà per il 20% ai ricavi pubblicitari mobili del social network, in aumento del 5% rispetto al 2016.