spettacolo

Zootropolis accusato di plagio. Uno sceneggiatore fa causa alla Disney

zootropolis accusato di plagioROMA – Zootropolis accusato di plagio. A lanciare le accise Gary Goldman, sceneggiatore di Atto di Forza, Grosso Guaio a Chinatown e produttore esecutivo di Minority Report.

Per Goldman la Disney ha copiato il film premio Oscar da un suo progetto sviluppato nel 2000 e proposto alla Disney, senza successo, anche nel 2009.

La prima volta, Goldman ebbe a che fare con David Hoberman, ex dirigente Disney e, all’epoca, CEO di Mandeville Films, compagnia che aveva un accordo di esclusiva con la Disney. Il film fu scartato e Goldman tornò alla carica anni dopo, quando, lavorando a una sceneggiatura per la Marvel, Blaze, si trovò a collaborare con Brigham Taylor, vice-presidente di produzione e sviluppo Disney. Taylor disse che avrebbe mostrato il materiale ai suoi capi, ma anche in quel caso non se ne fece nulla

A essere copiati, secondo Goldman, il design dei personaggi, i dialoghi e persino il titolo “Zootopia”. Lo sceneggiatore dice di aver registrato allora il progetto che includeva un live-action chiamato “Looney” con la Writers Guild of America, nell’agosto del 2000.

“Looney”, però, doveva essere il primo capitolo di un franchise chiamato proprio “Zootopia”, che avrebbe incluso un film di animazione. Il concept di Goldman includeva un animatore umano che creava un mondo completamente animato, che rifletteva le complessità della nostra società. Secondo Goldman, tale società includeva un sistema di classi e di strutture basato proprio sulle caratteristiche delle diverse specie. Animali disegnati allora che ricordano in tutto e per tutto quelli che si vedono in “Zootopia”. Secondo Goldman, per esempio, la sua Mimi sarebbe stata la base per la creazione di Judy, la co-protagonista del classico Disney. Il personaggio di Nick, sostiene l’accusa, sarebbe, invece, stato copiato da una iena chiama Roscoe, un personaggio cinico e ai margini della società.

Zootropolis accusato di plagio. La Disney: “Accuse platealmente false”

La denuncia, riporta The Hollywood Reporter, è stata presentata martedì 21 marzo alla Corte Federale della California. Lo sceneggiatore chiede parte dei profitti ottenuti da Zootropolis e dal suo merchandise, oltre a veder riconoscere i danni subiti come conseguenza dei comportamenti poco corretti. “Nonostante la Disney protegga scrupolosamente i propri Copyright, – ha detto Goldman – ha sviluppato una cultura che non solo accetta il plagio del materiale originale prodotto da altri, ma lo incoraggia. La risposta di Disney non si è fatta attendere: “La causa del signor Goldman è infarcita di accuse platealmente false. Si tratta di un tentativo, privo di alcun titolo, di reclamare meriti di un film di successo che non ha creato. Ci difenderemo vigorosamente in tribunale”.