Ho lasciato la mia ragazza dopo 6 anni di fidanzamento. Ho cercato di starle vicino in un momento di difficoltà ma lei mi ha allontanato…

Lei sapeva solo dirmi che questo era il suo carattere. Per la disperazione ho deciso di lasciarla sperando in un suo riavvicinamento…

Ho lasciato da 6 mesi la mia ragazza dopo 6 anni di fidanzamento , il sesso andava bene ed eravamo molto in sintonia su questo … solo che negli ultimi 2 anni lei ha iniziato gli studi e non riuscendo a svolgere gli esami ha sofferto di depressione , in questo periodo ci vedevamo solo la sera tardi magari una volta a settimana e non riusciva mai ad essere tranquilla per via dell’università … io volevo aiutarla ma mi ha praticamente allontanato da tutti i suoi problemi ed ogni cosa dicessi la irritava … in questo periodo ho cercato di starle vicino anche se era davvero dura … intanto ho sofferto di ipoacusia e passato un mese in ospedale tra flebo e camera iperbarica … quando ebbi l’occasione di farmi la flebo a casa (6 ore di mannitolo al giorno ) chiedendole di rimanere con me, lei ha deciso di andarsene a casa all’uni (40 minuti da casa mia ) perchè doveva studiare per un esame che doveva fare dopo 20 giorni … l’ho.pregata ma nulla … a distanza di un anno ho avuto problemi alla retina dovuti ad una pallonata e addirittura chiedendole se mi sarei dovuto operare lei sarebbe stata con me in quei giorni … lei rispose tu hai i tuoi genitori vicino io effettivamente ti servo a poco e poi devo studiare … quando ne parlavo con lei sapeva solo dirmi “questo è il mio carattere lasciami che ci posso fare” disperato e deluso da tutto ciò decisi di lasciarla sperando in un suo riavvicinamento … ma anzi non mi ha più contattato e quando ho provato a farlo io mi rimproverava di averla lasciata e averla fatta soffrire per questo e dopo solo 5 mesi era già con un altro quando mi rinfacciava di averla abbandonata quando lei mi amava tantissimo … ora io non so cosa sia ma ci sto davvero male, e non so se è per l’essere stato male e lasciato a me stesso o perchè effettivamente l’amassi … ma in questi due anni ho imparato ad odiarla per questo ed ora che ho saputo stesse con un altro non riesco nemmeno a mangiare e rifiuto ogni interazione con un altra ragazza … forse con la paura di arrivare tra 6 anni e capire che sei comunque solo , io che sono un romantico e che ogni problema dell’uno è anche il.problema dell’ altro … ho paura di restare solo, restare solo anche con una ragazza al mio “fianco” non so se mi spiego … mi scuso per il mio dilungarmi ma davvero non so che dire.

Salvo, 23 anni


Caro Salvo,
dalle tue parole si capisce quanto tu abbia investito in questa lunga storia durata 6 anni con una ragazza che evidentemente hai amato tanto. Siete praticamente cresciuti insieme: dai 17 anni ai 23 c’è una bella evoluzione sia nella vita in generale, che a livello emotivo e di mentalità, bisogni, esigenze, ecc. In questo tipo di storie, dove si passa dall’adolescenza all’età adulta, probabilmente ci si vuole bene e si ha bisogno l’uno dell’altra anche più che in un rapporto che è nato e si è evoluto in età adulta. Si cresce insieme e ci si appoggia all’altro vivendolo come un supporto e un riferimento importante. Probabilmente è questo l’aspetto che ti manca di più della tua ragazza: con lei se ne è andata la fidanzata, l’amica, la confidente, il riferimento di tutta una fetta di vita. Ma non sempre si è pronti per ricoprire tutti questi ruoli, a volte e per alcune persone ci vuole più tempo e maturità. Magari tu sei pronto ma la tua ragazza no!
È
 normale che tu ti senta sfiduciato nei confronti del genere femminile, datti tempo per elaborare e uscire da questa fase così dolorosa. Prenditi cura di te e cerca di fare cose che ti facciano sentire bene. Ci sembri un ragazzo sensibile e romantico, siamo sicuri che troverai una ragazza che saprà ricambiarti e colmerà il tuo senso di solitudine.
Prima di tutto però ci sembra importante che tu recuperi la fiducia in te stesso e che tu riprenda ad avere cura di te! Se questo disagio profondo che senti non rientra e non migliora, sarebbe davvero importante che tu ne parlassi con qualcuno di cui ti fidi e che sappia darti il supporto che meriti. Facci sapere come procedono le cose.
In bocca al lupo e auguri per la tua salute!