spettacolo

Il Purpose World Tour di Justin Bieber frutta oro. Incassi stellari per il cantante

world purpose tour di justin bieberROMA  – Il Purpose World Tour di Justin Bieber ha fruttato oro tra il 2016 e il 2017. A “fare i conti in tasca” al cantante ci ha pensato Billboard che ha svelato le cifre che girano dietro i concerti della popstar canadese.

Bieber è partito in tour nel marzo dell’anno scorso. Da Seattle, il 9 marzo, ha dato il via alla promozione live dell’album campione di incassi e ascolti, “Purpose”. Da quel primo concerto è stata una lunga serie di sold out dopo l’altro. Fino al novembre scorso quando il cantante ha concluso la prima parte dei suoi live.

Live che hanno contribuito a un totale di 122 date tra Nord America ed Europa. Concerti con cui – solo nel 2016 – ha guadagnato 160 milioni di dollari.

Il Purpose World Tour di Justin Bieber: la seconda leg che ha portato il cantante alla cifra tonda

Passato il riposo natalizio, Bieber è ripartito in quarta per la seconda parte del suo Purpose World Tour. Questa volta portato in giro per l’America Latina e l’Oceania. Il restart il 15 febbraio a Monterrey in Messico.

Dieci gli show in totale che hanno riaperto il tour. Sembrano poche date ma per Bieber sono valse oro. Il cantante ha, infatti, guadagnato nei primi mesi del 2017 ben 40 milioni di dollari. “Pochi spicci” che lo hanno catapultato alla cifra tonda dei 200 milioni di dollari. Una sorta di record per un solo anno di tour.

E la cifra ottenuta ha fatto posizionare Bieber al numero 5 della classifica di Billboard dei migliori 25 tour dell’anno. Risultati già esaltanti se si pensa che il Purpose World Tour non è ancora finito. Ancora tantissime le date in programma. Dopo la serie di concerti in America del Sud, a maggio Bieber farà tappa in Israele, negli Emirati Arabi, in India e in Sud Africa. A giugno, poi, sarà la volta di alcuni paesi europei come la Danimarca, la Norvegia, la Svezia e la Svizzera. Bieber tornerà ad esibirsi anche in Italia. Dopo i due concerti tenuti all’Unipol Arena di Bologna lo scorso novembre, il 18 giugno sarà in scena sul palco del festival i-Days, a Monza. Tra luglio e settembre, infine, sarà la volta delle ultime date che riporteranno la popstar a cantare di fronte al pubblico degli Stati Uniti e del Canada.