Stasera ho notato un liquido gelatinoso di uno strano odore forte, che non è simile allo sperma...

Stasera ho notato un liquido gelatinoso di uno strano odore forte, che non è simile allo sperma…

Salve,
volevo chiederle una sua opinione riguardante ad un fatto che è successo l’altra settimana.
Ho sempre avuto mestruazioni regolari,l’altro mese mi sono arrivate circa una settimana prima…(verso il 5 così)
Nell’ultimo periodo cioè l’altra settimana ho avuto un rapporto non protetto a causa della mia allergia al lattice (premetto che non ho quasi mai usato precauzioni, so che è sbagliatissimo ma non è mai successo nulla). Durante questo rapporto io sono venuta dentro, lui è venuto fuori.
Questo mese non mi sono ancora arrivate ed oggi è il 13…
Ho avuto una perdita l’altra settimana dopo il rapporto ed era sangue…
Sono arrivata a casa e mi si è fermata.
Stasera ho notato un liquido gelatinoso di uno strano odore forte, che non è simile allo sperma. Ho continui dolori alla pancia e al seno.
Volevo sapere.. questo liquido può essere il suo ,oppure è un liquido formatosi a causa delle tante volte che sono venuta durante il rapporto?
Grazie in anticipo.

Anonima


Cara Anonima,
non ci è ben chiaro se il rapporto sia avvenuto durante il tuo periodo fertile, ovvero quella finestra tra l’11° e il 18° giorno del ciclo.
Questa premessa potrebbe essere una discriminante importante per valutare la significatività del rischio, fermo restando che come tu stessa sottolineavi il coito interrotto non è un metodo contraccettivo sicuro in quanto è difficile avere un completo controllo del corpo in un momento di grande piacere. 
Rispetto alla contraccezione potrebbe essere utile confrontarti con il tuo ragazzo e valutare insieme uno dei diversi metodi contraccettivi esistenti sul mercato che rispecchino maggiormente le vostre esigenze. Puoi anche chiedere al tuo ginecologo se esistono dei contraccettivi di barriera non al lattice.
Le perdite ematiche potrebbero essere legate ad episodi di spotting, che non devono destare preoccupazioni imminenti ma sono un segnale del corpo che deve essere monitorato nel tempo. Potrebbe essere legato a fattori sia organici (cisti ovariche, fibromi, vaginiti, ) che disfunzionali (disturbi del comportamento alimentare, stress, diete drastiche, fisiologiche alterazioni ormonali). 
Invece per quanto riguardo il liquido gelatinoso potrebbe avere diverse origini, potrebbe ad esempio essere legato ad una presunta infezione se in aggiunta ci sono anche ulteriori fastidi come pruriti o bruciori; potrebbe essere legato a brusche oscillazioni ormonali. In una consulenza online non è possibile fare diagnosi puntuali in quanto non ci sono tutti gli strumenti diagnostici necessari, per questo ti consigliamo di rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia che attraverso una visita completa potrà approfondire i tuoi dubbi.
Nel frattempo se può esserti di aiuto potresti effettuare un test di gravidanza, valido sin dal primo giorno di ritardo.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it