salute

Ecco perché non dovreste vietare ai vostri bambini di mettersi le dita nel naso

Roma – Chiedere ai bambini di togliersi le dita dal naso, è un riflesso incondizionato che qualsiasi genitore ha e che gli è stato tramandato di generazione in generazione. Mettere le dita nel naso, è considerato sbagliato per una serie di motivi. Non è igienico, può ledere la fragile pelle che si trova all’interno del naso e ovviamente, è considerato come un gesto da maleducati.

Calmatevi però genitori, non dovreste essere così arrabbiati nel momento in cui il vostro pargoletto decide di mettersi le dita nel naso e magari, mangiare qualsiasi cosa vi si trovi all’interno. Un ultimo studio, ha infatti scoperto che qualsiasi cosa viva all’interno del nostro naso, potrebbe apportare un’infinità di benefici, soprattutto alla crescita dei nostri bambini.

Secondo quanto affermato nello studio, il muco nasale sarebbe una fonte inestimabile di batteri buoni, che sono in grado di proteggere i nostri denti e le nostre mucose dai batteri cattivi. Basandosi su questa nuova scoperta inoltre, i ricercatori hanno deciso di voler creare del muco sintetico, che potrebbe diventare uno degli ingredienti chiave per la formulazione di nuovi chewing gum e dentrifici. Il muco nasale inoltre, è in grado di difenderci dalle infezioni respiratorie, dalle ulcere e dall’HIV.

Secondo quanto affermato dal Professor Friedrich Bischinger, le persone che si mettono le dita nel naso sono più sane, felici e più in linea con sé stesse. “Mangiare le proprie caccole, rappresenta un modo grandioso di rafforzare il proprio sistema immunitario. In termini medici; il naso è un vero e proprio filtro all’interno del quale troviamo moltissimi batteri, se questo misto di batteri dovesse arrivare all’intestino, fungerebbe esattamente come una medicina”.

Fonte www.mirror.co.uk