tech

Vendite in calo per i tablet. Smartphone e convertibili i responsabili

Vendite in calo per i tabletRoma – Vendite in calo per i tablet. Il nuovo rapporto IDC – International Data Corporation -, società specializzata nell’analisi di mercato per l’hi-tec+h, lo conferma. Non c’è marchio che si salvi da quello che sembra essere un destino già scritto. Le cause di questo declino sono molte, alcune dettate addirittura dai pregi degli stessi device.

Vendite in calo per i tablet, Huawei in contro tendenza

Calano le vendite dei tablet Android come quelli iOS. I dati IDC parlano chiaro pur certificando la buona annata delle “tavolette” targate Huawei. La rilevazione fatta dagli esperti è trimestrale ma conferma quello che è ormai un andamento costante verso il basso. Nel periodo gennaio – marzo la Huawei è stata l’unica, nella top 5, a far segnare un incremento nelle vendite registrando un più 31,7%. Tradotto vuol dire che l’azienda, rispetto al 2016, ha piazzato sul mercato ben 700mila unità in più. La società che vende più “pezzi” resta comunque la Apple. Mela morsicata che segna però il calo più importante, un bel meno 13%. A completare la classifica delle migliori cinque la Samsung, con un calo di poco sopra l’1%, Amazon, il calo, in questo caso è di quasi il 2%, Lenovo (-3,8%) e la categoria “altri”. Per tutti questi un calo di quasi 15 punti percentuali, 14,7%. Per dare un senso a queste percentuali basta il dato Apple. Nel corso del trimestre Apple è passata dai 10,3 milioni di pezzi venduti agli 8,9.

Vendite in calo per i tablet, le cause

Pregi e concorrenza spietata degli altri device dietro il calo di vendita delle “tavolette”. Tra i pregi di sicuro la loro lunga vita. I tablet non si usurano come i tablet quindi i consumatori non hanno necessità di cambiarli ogni due anni. Scadenza che sembra naturale per gli smartphone. Tra i pregi anche la necessità di aggiornarli con minor frequenza. La concorrenza ai tablet sembra, invece, spietata e proveniente da più fronti. Nemici acerrimi gli smartphone. Device telefonici sempre più grandi dove è possibile scrivere, gestire la posta, giocare, interagire con i social costituiscono per i consumatori una tentazione troppo forte per poter resistere all’acquisto. Ci sono poi i convertibili con i loro schermi touch. Sono questi un ottimo compromesso tra computer e dispositivi portatili. Le loro altissime prestazioni valgono bene l’ingombro e il peso maggiore rispetto a quello dei tablet.