attualita

A Napoli gli studenti campioni di sicurezza stradale

ROMA – Sono oltre 100mila le brochure informative sulla sicurezza stradale consegnate nelle scuole e nelle comunità parrocchiali della Campania grazie alla campagna di sensibilizzazione “A Maronna t’accumpagnaà ma chi guida sei tu”, giunta alla sua quinta edizione.

L’iniziativa, realizzata dalla diocesi di Napoli e dall’Automobile club, con l’adesione di papa Francesco e del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è conclusa oggi con un convegno al museo diocesano di largo Donnaregina e la premiazione dei vincitori del concorso abbinato alla campagna.

Oltre mille ragazzi di scuole e parrocchie della diocesi di Napoli hanno aderito all’iniziativa, per un totale di 278 lavori presentati nell’ambito del concorso di idee sul tema “Sicurezza stradale e nuove tecnologie, rischi e vantaggi”.

I vincitori, Antonio Uccello della parrocchia Materdei di Napoli per la categoria Junior e un gruppo di bambini dell’istituto cardinale Corrado Ursi di Napoli, si sono aggiudicati una PS4 e un Hoverdoard. Ad accogliere ai ragazzi anche un ‘parterre’ d’eccezione fatto di auto d’epoca, tra cui una Ferrari California T e una storica Jaguar XJ220, posizionate proprio davanti al museo diocesano.

<
>

Durante la cerimonia, il cardinale di Napoli Crescenzio Sepe ha ricordato la testimonianza offerta da papa Francesco quando a Napoli, davanti a una folla di giovani, indossò un caso della moto “un gesto semplice ed eloquente – ha detto Sepe agli studenti – per indicare la retta via da seguire a tutela della propria vita ed essere, nel contempo, un buon esempio per gli altri”.

Nel corso della giornata, sono stati premiati anche gli appartenenti alle forze dell’ordine protagonisti di attività’ meritorie a tutela della sicurezza stradale. In particolare, il capitato Nicola Quartarone della compagnia dei carabinieri di Pozzuoli per l’operazione fatta a Posillipo contro la sosta selvaggia. Con il cardinale Sepe, a premiare i ragazzi anche il presidente dell’Anticorruzione, Raffaele Cantone, il presidente dell’Aci di Napoli, Antonio Coppola, il sottosegretario ai Beni Culturali, Antimo Cesaro, e i calciatori del Napoli Kalidou Koulibaly e Jorginho. “Indossate sempre il caso”, ha detto il centrocampista azzurro agli studenti.