tech

Lo smartphone diventa essenziale. Ecco dal papà di Android Essential Phone

ROMA – Essential Phone ovvero lo smartphone che promette di rivoluzione il mondo della telefonia. Se non altro per il nome del suo inventore che risponde a Andy Rubin, il papà di Android.

Dal papà di Android Essential Phone, lo smartphone modulare

Un progetto ambizioso quello dell’essential Phone. Uno smartphone a tutto schermo e dalle grandi potenzialità grafiche che sarà presentato nella giornata di oggi. Mentre in rete circolano già le prime immagini, poche sono le certezze tecniche sul dispositivo. Rumors parlano di un phablet dotato di un display con diagonale superiore ai 5.5 pollici. Un solo ingombro sul lato frontale, la cam con un sensore da 8 megapixel in grado, anche, di catturare video in 4K. Più performante, la cam posteriore. La risoluzione dello schermo dovrebbe essere di 2560×1312 pixel. Altissima qualità, quindi, in grado di supportare anche i video a 360 gradi e la realtà aumentata. Per quanto riguarda, invece, il processore si parla di Qualcomm Snapdragon 835 con almeno 4 GB di RAM e 128 GB di storage. Ceramica e titanio per la struttura ultra resistente. Grazie a dispositivi magnetici, sull’Essential Phone si potranno applicare gadget a piacimento. Tra questi anche la videocamera a 360 gradi. In questo modo lo smartphone resterà sempre sottilissimo essendo i dispositivi “staccabili”. Il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 700 dollari. Prima uscita e commercializzazione negli Stati Uniti.