spettacolo

Si chiude la battaglia di Fabrizio Corona. Per lui un anno di carcere

fabrizio corona in carcereROMA – Fabrizio Corona in carcere per un anno. È questa la sentenza con cui il Tribunale di Milano ha chiuso la “battaglia” dell’ex re dei paparazzi.

Un anno invece che cinque per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. In poche parole per aver nascosto gli oltre 2.6 milioni di euro e non aver pagato le rispettive tasse.

L’assoluzione è arrivata per i reati di intestazione fittizia dei beni e la violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione. Il collegio, presieduto da Guido Salvini, ha anche condannato a tre mesi a collaboratrice di Corona, Francesca Persi.

Fabrizio Corona in carcere “solo” per un anno. L’esultanza in aula

Alla lettura della sentenza tanta la gioia. Corona ha, infatti, esultato battendo i pugni sul tavolo e gridando “sì, giustizia è fatta”. Da sempre l’ex paparazzo lamenta un trattamento esagerato, una vera e propria “persecuzione”: “Sproporzionato, assurdo e abnorme”, ha detto. “Non sono un criminale – ha aggiunto leggendo degli appunti rivolti ai giudici – e soprattutto non sono e non sarò mai un mafioso”. La Dda di Milano, ha insistito Corona, citando Shakespeare, ha fatto soltanto “molto rumore per nulla”.

Poi ha citato il ‘daimon’ di Platone e ha fatto commuovere e scoppiare a piangere la sua fidanzata Silvia Provvedi che ha baciato a fine udienza.

Fabrizio Corona in carcere. I legali vogliono l’affidamento in prova

Corona, adesso, restarà in carcere. Dovrà scontare i circa 5 anni restanti di cumulo delle pene definitive, anche perché lo scorso novembre, dopo l’arresto per la vicenda dei 2,6 milioni di euro in contanti, il tribunale di sorveglianza di Milano ha revocato l’affidamento in prova ai servizi sociali. I legali di Corona, gli avvocati Ivano Chiesa e Luca Siritti, tuttavia, hanno già preannunciato che presenteranno un’istanza per avere nuovamente la concessione dell’affidamento in prova. Obiettivo far uscire dal carcere l’ex re dei paparazzi.

“Corona resta in carcere – ha detto Chiesa – perché il Tribunale di sorveglianza ha revocato il suo affidamento, ma, essendo venuto meno il mandato di cattura, le cose cambiano di molto. Fabrizio riprenderà, quindi, il suo percorso”.