Subito dopo il rapporto mi è uscito un po' di sangue ma poi si è bloccato...

Subito dopo il rapporto mi è uscito un po’ di sangue ma poi si è bloccato…

Sono preoccupata perché il mio ultimo ciclo è stato il 10 maggio oggi è il 15 giugno è ancora non mi è venuto, ho avuto un rapporto non protetto l’8 giugno.

Buonasera sono preoccupata perché il mio ultimo ciclo è stato il 10 maggio oggi è il 15 giugno è ancora non mi è venuto però il giorno 8 giugno ho avuto un rapporto non protetto con il mio ragazzo subito dopo il rapporto mi è uscito un po’ di sangue subito dopo si è bloccato volevo sapere se è possibile che è un ritardo oppure mi devo preoccupare grazie al più presto

Sara, 19 anni


Cara Sara,
il ciclo di una donna può subire delle variazioni quanto a durata e a flusso, ciò può dipendere da diversi motivi: oscillazioni ormonali, cambiamenti climatici, stress, assunzione di farmaci o droghe, stile di vita, alimentazione, comuni problemi fisiologici che possono interessare il corretto funzionamento dell’apparato riproduttore o della produzione di ormoni,etc…
È difficile dire quale possa essere la causa precisa dell’andamento del ciclo in una consulenza online, dove non è possibile fare diagnosi in quanto non ci sono gli strumenti necessari per poter approfondire la situazione.
E’ chiaro che un rapporto non protetto avvenuto durante il periodo fertile, ovvero quella finestra che va dall’ 11° al 18° giorno di un ciclo regolare, espone a maggiori rischi per un concepimento. Ma da quello che ci hai descritto sembra che il rapporto sia avvenuto fuori al periodo fertile. Puoi effettuare un test di gravidanza valido sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal presunto rapporto a rischio, in modo da contenere le paure.

Rispetto alle perdite associate ai rapporti sessuali, senza dolori o fastidi particolari, potrebbero essere causate anche da un trauma vaginale o della cervice provocato a sua volta da un’eccessiva secchezza vaginale prodotta da una scarsa lubrificazione della vagina durante il rapporto sessuale. In altri casi queste perdite sono riconducibili a piccole piaghe sul collo dell’utero. La ‘piaghetta’ è una estroflessione della mucosa cervicale e della scomparsa dell’epitelio che normalmente riveste il collo dell’utero, di dimensioni variabili e del tutto innocua che, però, impensierisce e preoccupa le donne che ne sono colpite. Potrebbe essere un inizio di ciclo ma ribadiamo che per contestualizzare meglio le ipotesi è necessaria una visita ginecologica.
Speriamo di essere stati comunque di aiuto.
Un caro saluto!