attualita

Maturità. La seconda prova dei licei, tra Seneca e ruote quadrate

Roma – Seneca e bicicletta a ruote quadrate. Queste le tracce della seconda prova scritta per i maturandi di liceo classico e liceo scientifico che stanno cercando di superare in queste ore quello che da molti e’ considerato lo scoglio piu’ duro degli esami di Stato.

Soddisfatte le aspettative degli studenti del classico, con Seneca quotatissimo nel totomaturita’ degli ultimi giorni e uscito gia’ agli esami del 2011 con le ‘Lettere a Lucilio’, nel 2007 con le ‘Epistulae’ e nel 2003 con le ‘Naturales Quaestiones’. Quest’anno e’ la volta de ‘Il valore della filosofia’, una versione tratta sempre dalle ‘Lettere a Lucilio’.

“La filosofia non e’ un atteggiamento artefatto esibizionistico ne’ finalizzato all’ostentazione; sta non nelle parole, ma nei fatti”. Questo l’incipit di una versione considerata tra le piu’ semplici degli ultimi anni, che ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai maturandi, timorosi che dopo Caproni potessero esserci altre sorprese nel plico ministeriale. Bicicletta a ruote quadrate e studio di limiti e di funzione, sono invece gli esercizi richiesti nei licei scientifici. “Si puo’ pedalare agevolmente con una bicicletta dalle ruote quadrate? Per questo si richiede uno studio di funzione con punti di non derivabilita’”.

Questo il primo problema che gli studenti sono chiamati a risolvere. E la bicicletta con le ruote angolari non e’ utopia, ma realta’. A New York, nel MoMath Museum of Mathematics, in uno dei padiglioni dedicati al divertimento matematico, e’ infatti possibile cavalcare una tre ‘ruote’ spigolosa. Ma su quale pedana? Saranno i maturandi a stabilire se la funzione rappresentata nel compito corrisponda o meno al profilo giusto. I quesiti, invece, spaziano in lungo e largo sul programma scolastico. Dagli integrali ai limiti, dalla geometria analitica nello spazio alla probabilita’, dal teorema di Rolle a retta e piano nello spazio.

Intanto impazzano le soluzioni ai quesiti e le traduzioni della versione nelle pagine Facebook dedicate alla maturita’ 2017 e nei siti degli studenti sul web. Ed e’ sui social che, per spezzare la tensione, si fa ironia e circola il faccione di Seneca dipinto da Rubens: “Quando esce Seneca come autore della seconda prova con ‘Il valore della filosofia’. Perche’ l’unica cosa che resta ai maturandi e’ prenderla con filosofia”.