esteri

India. Facebook in aiuto delle donne che subiscono ‘molestie social’

ROMA – Facebook fa sapere di aver messo a punto una nuova misura a protezione delle donne in India, vittime di molestie sui social network. Il gigante della rete ha collaborato con alcune Ong impegnate nei diritti di genere, dopo che i suoi analisti hanno osservato che un numero crescente di indiane si rifiuta di mettere una propria foto sul profilo per timore di vedere la proprio foto sottratta e usata per abusi a sfondo sessuali o discriminatori.

Il progetto

Il progetto ideato dagli sviluppatori consentirà invece loro “di andare online in totale sicurezza”, come ha spiegato il responsabile prodotti, Aarati Soman: il box contenente l’immagine porterà presto il logo di un piccolo scudo, che crea un doppio bordo blu attorno alla foto. Questo impedirà agli internauti sconosciuti di scaricare la foto, condividerla oppure taggare delle persone al suo interno. Impossibile inoltre impiegare i software di cattura dello schermo, ma questo varrà solo per alcuni sistemi, come Android.

Uno strumento internazionale

Infine, secondo gli esperti l’apposizione di un filtro che ricalca il motivo della bandiera indiana potrebbe dissuadere le persone dal copiare l’immagine. L’India rappresenta per il gigante californiano il secondo mercato mondiale dopo gli Stati Uniti, con i suoi 184 milioni di utenti. Ma lo strumento fornito alle indiane – hanno assicurato – sarà presto reso disponibile anche per il resto del mondo, e modulato sulle esigenze di coloro che, sia donne che uomini, subiscono delle violazioni.