spettacolo

Kanye West lascia Tidal. Questioni di denaro dietro la separazione

kanye west lascia tidalROMA – Ormai è quasi faida tra rapper. Kanye West lascia Tidal, il servizio di streaming a pagamento di proprietà di Jay-Z.

Kanye West lascia Tidal. Ecco cosa è successo

La tensione tra i due rapper, secondo fonti vicine, sarebbe nell’aria da tempo. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, però, sono stati dei soldi che la piattaforma di Carter non avrebbe corrisposto a West. Per la precisione 3 milioni di dollari.

Nelle scorse settimane gli avvocati dell’artista si sono messi in contatto con Tidal, sottolineando la violazione del contratto che West ha sottoscritto. Una lettera inviata con l’intenzione di scinderlo qualora non si fosse trovata una soluzione. Soluzione che non è arrivata.

Ad accendere la controversia gli accordi sull’ultimo album di Kanye, “The life of Pablo”, uscito nel febbraio 2016. Album che ha portato a Tidal oltre un milione  e mezzo di nuovi utenti. Un traguardo che avrebbe dovuto portare al rapper, come da contratto, un bonus. A questo si aggiungono dei pagamenti che riguardano spese per dei video musicali non rimborsate. Se per Tidal potrebbe così arrivare una denuncia vera e propria, dal canto suo la piattaforma di Jay-Z ha annunciato – non troppo formalmente – ripercussioni nel caso West sottoscrivesse un nuovo contratto con altre piattaforme.

Tidal non ha commentato ufficialmente la vicenda ma a parlare è una canzone di 4:44, il nuovo album di Jay-Z, intitolata proprio Kill Jay-Z. “Le persone ti pugnalano, mi sento male”. Insomma, chissà se i due ex amici riusciranno a risolvere i loro problemi.