scienza

Euroscience open forum, Trieste sarà la capitale della scienza 2020

ROMA – Trieste ha vinto e nel 2020 sarà capitale europea della scienza con un anno di eventi che avrà il clou nell’area del Porto vecchio. Il capoluogo giuliano ha battuto la concorrenza delle olandesi l’Aia e Leiden, un risultato legato sicuramente alla centralità di Trieste in un mercato, quello dell’innovazione, che guarda sempre di più ad est. Stefano Fantoni, presidente della Fondazione internazionale Trieste per il progresso e la libertà della scienza (Esof), che ha presentato la candidatura, sottolinea che “è un bel traguardo e meritato per Trieste, un traguardo che però andava conquistato. Dal punto della concentrazione scientifica- aggiunge Fantoni- a Leiden c’è una concentrazione scientifica pari alla nostra, ma noi abbiamo l’allargamento all’Est Europa al quale dovevamo comunque già guardare” conclude. Soddisfatta la presidente della giunta regionale, Debora Serracchiani, che dopo la conquista domenica da parte della città di Palmanova del riconoscimento Unesco, ricorda come a Trieste in periodi storici difficili la scienza è stata più forte dei confini “la diplomazia della scienza è una diplomazie forte, oggi è stata premiata tutta l’Italia”. Il sindaco Roberto Dipiazza parla di “momento magico, qua ‘se pol’ quando siamo tutti uniti che raggiungiamo gli obiettivi”.

In videoconferenza anche il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, che rimarca come “la nomina di Trieste a capitale europea della scienza 2020 è un orgoglio nazionale e non solo per la città. Quando la squadra Italia fa sistema riesce a vincere. Mi voglio congratulare- continua il ministro- con voi per questa straordinaria notizia. Ho molto sostenuto questa candidatura assieme alla presidente Debora Serracchiani. Saluto il sindaco e tutti gli attori di questa vittoria che ci inorgoglisce molto e che dà all’Italia un ulteriore forte contributo per evidenziare gli investimenti che il ministero vuole fare sull’importanza dell’università e della ricerca” conclude. L’area deputata ad ospitare l’Euroscience open forum 2020, evento biennale, è quella del Porto Vecchio con i magazzini 26/27/28, la sottostazione e la centrale idrodinamica. L’investimento complessivo previsto è di 4 milioni 675 mila euro di cui un milione sarà messo a disposizione dalla Commissione europea, 250 mila euro sono già disponibili grazie alla Regione Friuli Venezia Giulia. Esof è incentrato sul tema delle libertà e ha come claim ‘freedom for science, science for freedom’.