fotogallery

Perseidi 2017, notte di San Lorenzo con le stelle cadenti più belle dell’anno

stelle cadenti di san lorenzoROMA – Anche quest’anno è tempo di Perseidi, le stelle cadenti di San Lorenzo.
Tra i fenomeni celesti più popolari, lo sciame meteorico raggiungerà il picco la notte tra il 12 e il 13 agosto.
Le Perseidi sono originate dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862.

Come osservare le stelle cadenti di San Lorenzo

Le Perseidi saranno ampiamente visibili tra il 10 e il 14 agosto.
Raggiungeranno il loro picco, il momento di massima intensità, la notte tra il 12 e il 13 agosto, con un numero di meteore che potrebbe arrivare a 50 ogni ora.
Prima di mettersi con il nasu all’insù è utile sapere dove guardare.

Per prima cosa dobbiamo trovare il radiante, la zona del cielo nella quale sembrano generarsi le meteore.
Nel caso delle Perseidi, il radiante è la costellazione di Perseo, da cui prendono il nome.

Nel cielo di agosto, la costellazione di Perseo si trova a Nord – Est.
Può essere riconosciuta con facilità anche dai meno esperti: basterà trovare la famosa cotellazione a “W” di Cassiopea.
Perseo si troverà proprio sotto di essa.

Una volta trovato il radiante, il grosso è fatto.
E’ consigliabile trovarsi in un luogo buio, privo di luci artificiali.
Con un po’ di pazienza si potrà ammirare una pioggia di stelle.
L’orario migliore per l’osservazione è da mezzanotte circa alle 4 di mattina.

 

Le Lacrime di San Lorenzo

Le Perseidi sono note popolarmente come “Lacrime di San Lorenzo”.
Come spiega Gianluca Masi del Virtualtelescope, il nome del fenomeno è collegato al martirio di San Lorenzo, che secondo la tradizione arse sulla graticola nel 258, la cui ricorrenza  si celebra proprio il 10 agosto.