attualita

Università. Il Tar blocca il numero chiuso per la statale di Milano

ROMA – Il Tar del Lazio ‘blocca’ i test di ammissione per le facoltà umanistiche dell’Università statale di Milano (Lettere, Filosofia, Beni culturali, Geografia e Storia), accogliendo la sospensiva chiesta dall’Unione degli universitari (Udu) che aveva presentato ricorso. Lo annunciano loro stessi in una nota e oggi, insieme all’avvocato che li ha assistiti, terranno una conferenza stampa. “Il Tar del Lazio ha accolto il nostro ricorso contro l’introduzione dell’accesso programmato nella facoltà di studi umanistici dell’Università degli studi di Milano”. Tecnicamente, i giudici amministrativi hanno deciso di sospendere – come chiesto dai ricorrenti – la delibera del maggio scorso con cui l’Ateneo aveva istituito i test di ammissione.

“Avevamo denunciato sin da subito- prosegue la nota- come la delibera adottata dagli organi accademici contenesse vizi formali e sostanziali, mancando di fatto sia una maggioranza vera che il rispetto della normativa nazionale, prima su tutte la legge 264/99. Avevamo denunciato come la sordità dimostrata da chi doveva rappresentare tutta la comunità accademica aveva segnato un pericoloso precedente, oltre che un danno per il diritto allo studio di migliaia di studenti che volevano scegliere liberamente il corso del loro futuro. Ora che il Tar del Lazio ci ha dato ragione, possiamo dirci estremamente soddisfatti per una vittoria storica che ha riflessi nell’immediato sul futuro di tutti coloro che avrebbero dovuto sostenere il test nei prossimi giorni e sulle decisioni presenti e future prese da quegli atenei che hanno introdotto programmazioni dell’accesso illecite”.

“Maggiori informazioni su questa storica vittoria saranno fornite, nel corso di una conferenza stampa con l’avvocato Michele Bonetti che si terrà oggi alle ore 16, presso la Sala Teresa Noce della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano in Corso di Porta Vittoria 43″, conclude la nota.