ambiente

Romania, il governo ordina abbattimento orsi e lupi

abbattimento orsi e lupiROMA – “Troppi e dannosi”. Con questa motivazione la Romania ha annunciato che presto saranno abbattuti 140 orsi e 97 lupi. Una strage autorizzata dal governo a cui gli animalisti si sono opposti senza risultato.

Un comitato scientifico ha dato il via libera alla decisione, valutando che “non mette a rischio la conservazione delle due specie”. Anzi “stimola la riproduzione degli esemplari più vigorosi”.  A nulla sono serviti, quindi, gli interventi del Wwf rumeno che continua a chiedere almeno di valutare “caso per caso l’abbattimento, e soltanto di orsi che abbiano assalito uomini o provocato seri danni”.

Il governo rumeno ordina l’abbattimento orsi e lupi ma non è la prima volta

Già nel 2016, il ministro dell’Ambiente pro tempore comunicò l’intenzione di autorizzare l’abbattimento di 552 orsi, 657 lupi e 482 linci ma dovette rinunciare al progetto per le proteste dell’opinione pubblica. ​

La Romania ha censito nel suo territorio circa 6.000 esemplari di orso bruno, pari al 60% della popolazione di questa specie in Europa, e fra 2.500 e 3.000 esemplari di lupo. La decisione di oggi arriva perché “Il numero di attacchi portati dagli orsi agli uomini, molti dei quali hanno dovuto essere ricoverati in ospedale, è aumentato negli ultimi tempi” ha spiegato il ministro Gratiela Gavrilescu.