spettacolo

Ermal Meta al Mei 2017, a lui il Premio Rai Radio Live

ermal meta al mei 2017ROMA – Sarà Ermal Meta ad aprire il Mei 2017 – il Meeting delle Etichette Indipendenti alla sua 23esima edizione – giovedì 28 settembre a Faenza. Per l’occasione gli sarà anche consegnato il Premio Rai Radio Live dalla conduttrice Rai Maria Cristina Zoppa ed il Premio Video Indie Music Like per il Miglior Videoclip indipendente più diffuso durante l’ultima stagione.

Il Premio sarà ritirato dal grande artista della scuderia Mescal esploso all’ultimo Festival di Sanremo con il brano Vietato  Morire alle ore 11:00 all’I.P.C. Strocchi di Faenza durante un incontro con gli studenti condotto e coordinato dal MEI insieme a Radio Rai e L’Altoparlante.

Durante l’incontro gli studenti potranno fare domande al cantautore, già premiato due volte al MEI di Faenza, che aveva ben colto le sue grandi qualità, prima con gli Ameba 4 dieci anni fa e dopo cinque anni con La Fame di Camilla.

Il programma prevede alle ore 11:00 Incontro e Premiazione all’ I.P.C. Strocchi in Via Medaglie d’Oro, c/o l’Aula Magna a Faenza: intervista a cura di Cristina Zoppa, consegna dei premi, proiezione videoclip e incontro con i ragazzi e le ragazze della Scuola aperto agli Studenti delle altre scuole e alla presenza anche dei Dirigenti, Professori ed Allievi della Scuola, della Web Radio dell’Unione Romagna Faentina e di altre realtà musicali e giovanili di Faenza

Inoltre Rai Radio Live  sarà impegnata nella registrazione della serata di sabato 30 settembre al Teatro Masini presentata da Maria Cristina Zoppa in occasione del Premio dei Premi, la sfida tra dieci giovani cantautori di festival dedicati a cantautori scomparsi con ospite Brunori sas che ritirerà i premi indipendenti ricevuti quest’anno dai giornalisti: dal PIMI come artista indipendente dell’anno per il miglior album dalle mani del giornalista Federico Guglielmi, dal PIVI per il miglior videoclip indipendente La Verità consegnato dal giornalista Fabrizio Galassi e da Musica & Dischi come Rivelazione dell’Anno per i dischi più venduti come indipendente. Insieme a lui ospiti anche Braschi, Leo Folgori, Daniele Isola e Secco. A fine serata reading letterario di Gio Evan.

L’appuntamento è alle 20 al Teatro Masini di Faenza. Saliranno sul palco: Mezzania per il Premio Pierangelo Bertoli,  Roberta Giallo per il Premio Bindi, i Blindur per il Premio Buscaglione, Giulia Mei per il Premio Cesa, Sighanda per il Premio d’Aponte, i Tamuna per il Premio De André, Guido Maria Grillo per il Premio Lauzi, Carmen Ferreri per il Premio Luttazzi, i Pupi Di Surfaro per il Premio Andrea Parodi e Rosmy per il Premio Mia Martini. Una giuria composta da addetti ai lavori e giornalisti decreterà il vincitore che si aggiudicherà un premio in denaro, più un pacchetto promozionale a cura de L’Altoparlante e uno spazio promozionale nei canali del Mei.

Il Premio dei Premi è ideato e realizzato da Giordano Sangiorgi con la consulenza artistica di Enrico Deregibus. L’ingresso è gratuito.

Ermal Meta al Mei 2017, il programma

 

Oltre 200 artisti saranno presenti nel ricco programma in scena dal 28 settembre al 1 ottobre tra cui: Brunori Sas (miglior artista del PIMI  e PIVI 2017), Ermal Meta, Modena City Ramblers, Zibba, Skiantos, Canova (Miglior Giovane Band con la produzione di Maciste Dischi), Banda Rulli Frulli coi Perturbazione, Gio Evan, Espana Circo Este (Miglior Gruppo Live), Ambrogio Sparagna, Lato B in Omaggio a Battisti con Leo Pari e Gianluca De Rubertis, Giorgio Ciccarelli, Diodato, Il Muro del Canto, Opus Avantra e Claver Gold, Miro Sassolini, Secco, Braschi, Leo Folgori, Omar Pedrini, Enrico Capuano, Roberto Durkovich, il Coro della Pace di Alexian Santino Spinelli, Filippo Dr. Panico e tantissimi altri.

L’inaugurazione del MEI quest’anno, dopo l’anteprima di Ermal Meta con gli studenti faentini,  sarà il venerdì 29 settembre alle 14 alla Sala Bigari del Palazzo del Comune di Faenza in Centro Storico con il Primo Incontro Nazionale della Festa della Musica, promossa in Italia da due anni direttamente dal Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini, che presenterà i dati delle sue due edizioni con l’adesione all’ultima edizione di oltre 500 città e 30 mila musicisti oltre a tantissimi enti e istituzioni e il lancio della nuova data del 21 giugno 2018 all’interno della Giornata della Musica Europea e dell’anteprima dei giovani musicisti che come ogni anno  si terrà a cura del MEI nella Capitale Culturale d’Italia e dopo Mantova e Pistoia toccherà a Palermo sabato 16 giugno 2018.

Si entra nel clou della programmazione sabato 30 settembre. La mattina sarà dedicata alla formazione per i giovani musicisti con i seminari Adastra, conoscere il mercato musicale per capirlo ed affrontarlo nel migliore dei modi. Relatori Riccardo De Stefano e Giuliano Biasin della cooperativa Esibirsi, che tratterà i temi della fiscalità legata alla professione dell’artista. Il pomeriggio i giovani musicisti potranno approfittare dei consigli di professionisti del settore con il consueto Campus Mei.

Domenica 1° ottobre, dalle ore 15, in Piazza del Popolo a Faenza, grande concerto di chiusura del Mei 2017 per la Pace, l’Uguaglianza, i Diritti e la Solidarietà. Aprirà il concerto per Papa Francesco il grande ospite Diodato, che ha recentemente pubblicato per Carosello Records il suo nuovo album di inediti “Cosa siamo diventati” che ha partecipato all’ultima edizione di Voci per la Libertà, il festival nazionale di musica per i diritti umani per Amnesty International.

Il MEI viene realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Faenza, con il contributo dell’Unione di Rete e della Camera di Commercio e il patrocinio dell’Unione Romagna Faentina. All’interno del Mei sono presenti progetti sostenuti da Mibact e Siae con il progetto Sillumina e progetti sostenuti da Nuovo Imaie. Il programma completo è su www.meiweb.it