INVFactor, oro per elettronica green di due studenti sardi

Il concorso rivolto a studenti inventori delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia

Roma – Un inchiostro conduttivo ottenuto con nanoparticelle di rame attraverso una reazione green.

E’ l’invenzione di Fabrizio Gadau e Fabio Fois, due studenti dell’Istituto tecnico industriale G. M. Angioy di Sassari, che si sono aggiudicati la medaglia d’oro della settima edizione di ‘INVFactor-anche tu genio’, il concorso promosso dal Centro nazionale delle ricerche in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea rivolto a studenti inventori delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia per valorizzare le innovazioni messe a punto durante il percorso scolastico.

La premiazione degli studenti, valutati da una giuria di esperti, si e’ svolta stamattina nello Spazio Europa di via IV Novembre a Roma. Un’innovazione green, quella di Fabrizio e Fabio, che si puo’ applicare, ad esempio, alla creazione di circuiti e resistenze di apparecchi elettronici, attraverso un inchiostro a base di nanoparticelle di rame ottenuto attraverso una reazione che non utilizza solventi tossici ma un semplice infuso di alloro.

“Non ci aspettavamo di vincere- spiegano emozionati a diregiovani.it Fabrizio e Fabio-. Abbiamo avvisato la nostra famiglia, sono tutti molto contenti e fieri di noi. In questo modo siamo riusciti a portare in alto il nome della nostra scuola. Partiremo da questo premio per migliorare il nostro progetto e provare a brevettarlo nel settore dell’elettronica organica. Potra’ essere utilizzato, ad esempio, per sostituire i cablaggi degli impianti elettrici domestici”. Un’innovazione che guarda all’ecosostenibilita’, ma strizza l’occhio anche al contenimento dei costi. “Gli inchiostri conduttivi sono un settore appena nato, ma in espansione- continuano i due giovani inventori sardi-. Quelli in commercio pero’ sono molto costosi perche’ a base di argento. Utilizzando il rame abbattiamo i costi”.

A far compagnia all’istituto Tecnico industriale di Sassari sul podio sono poi gli studenti dell’Isis E. Fermi di Bibbiena in provincia di Arezzo. Al loro va a medaglia d’argento per ‘Romeo’, il robot che attraverso quattro sensori e una videocamera e’ in grado di attivare da smartphone e tablet degli allarmi in caso di crolli, fughe di gas, incendi, terremoti, esplosioni e atti terroristici. Spazio poi per gli studenti dell’istituto d’istruzione superiore tecnico-professionale di Spoleto con il vestito di alta moda Smart, che, interamente cucito a mano, attraverso un meccanismo elettromagnetico si apre come un fiore, a dimostrare come la tecnologia, che di solito domina la natura, possa invece aiutarla a manifestarsi.

La menzione speciale va infine agli studenti dell’Istituto Tecnico tecnologico Montani di Fermo che, con il progetto ‘Chimica, preziosa chimica: cozze e uova…e la bioplastica e’ servita’, hanno creato una bioplastica dal polimero dell’acido lattico, utilizzando come matrici gusci d’uova e cozze, ma anche bucce di patata, sughero, canapa, bacelli di piselli. Una bioplastica innovativa che e’ gia’ stata scelta da due laureande per la realizzazione di souvenir. Tra gli altri progetti finalisti anche il vaso per piante intelligente che cerca la luce, sempre dell’Iis di Spoleto; una tomaia in fibra di carbonio facilmente adattabile a qualsiasi tipo di scarpa, realizzata dagli studenti dell’Iis Ferrari di Maranello; un dispositivo antiaggressione creato dai ragazzi dell’Itig Belluzzi-Da Vinci di Rimini; e una stampante 3D low cost ad uso didattico e di dimensioni ridotte, presentata dagli allievi dell’Iis Rita Levi Montalcini di Acqui Terme.

“Tutti i progetti presentati sono degli ottimi progetti- dichiara in fase di premiazione Sveva Avveduto del Cnr-Irpps-. A chi non vince dico: consolatevi col fatto che tantissimi grandi scienziati ed inventori sono stati bocciati o sono arrivati quinti, sesti nelle competizioni. Ma poi si sono rivelati essere i primi. Siate soddisfatti- conclude- perche’ il fatto stesso di essere arrivati fin qui dopo aver superato selezioni durissime e’ per voi un risultato importante”.