tech

Mark Zuckerberg si scusa per Facebook “utilizzato per dividere”

Mark Zuckerberg si scusa per Facebook

ROMA – “Per i modi in cui il mio lavoro è stato utilizzato per dividere le persone invece di riunirci, chiedo scusa e lavorerò per fare di meglio”. Con queste parole Mark Zuckerberg ha chiesto scusa per Facebook. Durante lo Yom Kippur, il giorno ebraico di Espiazione, l’imprenditore ha fatto mea culpa proprio sul suo social network, colpevole, questo, di aver creato dolore all’interno della comunità.


Alla berlina tutti i post razzisti, pieni di odio e quelli che hanno portato all’elezione di Donald Trump che Zuckerberg e il suo staff non sono riusciti a fermare. Durante le elezioni presidenziali americane del 2016, Facebook ha ricevuto non poche critiche. “Merito”, si fa per dire, di una serie di fake news che si sono diffuse nel social senza controllo. Bugie che avrebbero fatto da ago della bilancia durante il momento del voto. Le fake news sono un problema incalzante e dilagante per Facebook. Una questione da tenere sotto controllo. Con il post di scuse, Zuckerberg vuole ribadire proprio questo. Nel futuro del social, quindi, c’è sicuramente un occhio più attento sui post che circolano.