Videogiochi. Assassin's Creed, il nuovo capitolo è 'Origins'

Videogiochi. Assassin’s Creed, il nuovo capitolo è ‘Origins’

Il teatro di questo capitolo è l’antico Egitto, più precisamente il 49 A.C.

ROMA – Torna, dopo 2 anni di attesa, una tra le saghe videoludiche più famose nel mondo dei videogiochi. Gli ‘assassini’ di casa Ubisoft sono, quindi, di nuovo sulla scena, pronti a proseguire il racconto, storico e mitologico, che tanta fortuna ha portato al brand. Il nuovo capitolo, restando fedele anche al titolo, cerca di riportare il giocatore alle origini di tutto. Il protagonista, Bayek di Siwa, è un uomo che cerca vendetta, che ancora non è un Assassino, ma già mescola combattimento e lame celate per trovare quel che sta cercando.

Assassin’s Creed, l’ambientazione

Il teatro di questo capitolo è l’antico Egitto, più precisamente il 49 A.C., quando la guerra tra Tolomeo e Cleopatra funestava la terra del Nilo. Senza aggiungere molto altro per evitare spoiler, la trama, tra citazioni e richiami, porta il giocatore al centro del mondo degli Assassini come non ha mai fatto. La mappa di gioco è enorme e oltre alla linearità, più o meno obbligatoria, consente di vivere moltissime altre avventure e missioni secondarie con le quali il giocatore può accrescere le capacità e l’esperienza del protagonista.

La grafica

Il level design propone diverse soluzioni e un buon bilanciamento delle difficoltà costringe a rivedere sempre le opzioni di azione. Nemici e I.A. sono più profonde rispetto ai precedenti capitoli e decidere se svolgere un’azione di giorno o di notte, cambierà di molto le carte in tavola. La grafica è eccezionale. L’ultra definizione mette davanti a paesaggi maestosi con effetti di luce intensi e coinvolgenti. Forse la pecca è tutta nel motore grafico che resta quello del precedente capitolo. La giocabilità e i combattimenti ricordano un po’ troppo i sistemi già conosciuti, ma i “ragazzi” della Ubisoft hanno profuso il massimo sforzo consegnando un ottimo prodotto facendo ben sperare in un futuro sviluppo ancora più appassionante.