MUSICIAN, un libro fotografico che suona

Il progetto fotografico di Matteo Casilli diventa un libro, la festa di presentazione è il 25 novembre a Roma

Roma – Il progetto fotografico #Musician di Matteo Casilli diventa un libro. Un caffè, un vinile, quattro chiacchiere e ritratti spalle al muro nel soggiorno della sua casa romana al Pigneto. Nascono così, quasi per gioco, gli scatti ai musicisti che hanno fatto il giro del web con l’hashtag #Musician. Matteo Casilli in poco più di un anno è stato capace di realizzare un archivio fotografico di artisti indipendenti e non solo. Sono centinaia gli scatti in bianco e nero dei volti più rappresentativi del panorama musicale italiano da settembre 2016: da Giorgio Canali a Pierpaolo Capovilla, da Tommaso Paradiso (Thegiornalisti) a Truppi, da Morgan a Levante passando per i Ministri fino ai The Zen Circus. I musicisti passati sotto il suo obiettivo sono tantissimi e la Marvis LaBl ha dato alle stampe una selezione di trecento fotografie trasformando il progetto in un libro – Musician appunto – capace di narrare “visivamente” la scena italiana e raccontare una musica senza confini o generi assegnati: dall’underground all’indie e fino ai grandi nomi del panorama nazionale. Pubblicato ad ottobre, la grande festa per l’uscita di Musician è in programma il pomeriggio di sabato 25 novembre sul palco del club ‘na cosetta al Pigneto (Roma); a far parlare l’autore di foto e racconti sarà Diletta Parlangeli, giornalista pop nell’animo che scrive di musica per Il Fatto Quotidiano, di tecnologia (internet e social media) per Wired Italia e La Stampa e conduce il programma Kudos su Rai4.

Casilli ha deciso di rappresentare la musica attraverso un momento alternativo a quello del live, portando alla luce la parte più intima ed introspettiva di quest’arte catturando le emozioni impresse negli sguardi dei musicisti; da questa idea scaturisce il gioco di ombre ed espressioni incise nei volti, specchio delle emozioni che colpiscono a colpo d’occhio. La scelta del bianco e nero fa pensare ad un progetto senza tempo, un po’ come lo è la musica. Matteo Casilli, fotografo professionista già assistente di Terry Richardson a New York e poi di Oliviero Toscani in Italia, anche se per gioco è riuscito a creare quello che negli anni sarà un punto di riferimento fotografico per il racconto di un pezzo di storia del mondo musicale.

Cercatelo, guardatelo e prendetelo, Musician è il libro da conservare nel tempo per poi dire: “Io c’ero”.