Scuola. 200 ragazzi presi per mano alla ricerca del lavoro dei sogni

300 ore di stage per giovani napoletani ma qualcuno ha già un contratto

ROMA – “A 18 anni non puoi arrenderti, la tua aspirazione non può essere quella di fare la casalinga, di trovare un lavoro qualunque. A 18 anni devi sognare e metterti in gioco”.

A Sonia Mascia, responsabile attività del progetto ‘Sogni e biSogni Giovanili’ non piace che il percorso di orientamento, formazione e inserimento lavorativo sia confuso con l’Alternanza Scuola-Lavoro. “Non vogliamo solo aiutare studenti ed ex studenti a trovare un lavoro. Vogliamo capire cosa vogliono fare da grandi questi ragazzi”.

Sonia è una delle responsabili di un progetto nato a Napoli nel dicembre 2015 e di cui oggi racconta a diregiovani i primi risultati concreti dopo 2 anni di attività con i ragazzi. Si chiama Sogni e biSogni Giovanili e ha visto coinvolti oltre 200 giovani studenti impegnati inattivita’ di formazione e inserimento nel mondo del lavoro, per un totale di cinque corsi di formazione, altrettanti laboratori di orientamento in aula e due laboratori di creazione d’impresa simulata. “I numeri del progetto dovevano essere molto piu’ bassi – racconta Sonia Mascia – e invece i beneficiari da 50 sono diventati 200, circa il triplo di quelli previsti”.

I giovani protagonisti di ‘Sogni e biSogni Giovanili’ hanno tutti un’età compresa tra 16 e i 24 anni, selezionati sulla base di criteri meritocratici e di condizioni sociali. Circa 150 provengono dall’Istituto Economico Statale Galiani di Napoli, 20 dall’Isis Pagano e 30 dal liceo classico statale Garibaldi. Cofinanziato dal dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, con 189mila euro a valere sul Piano di Azione e Coesione ‘Giovani per il Sociale’, ‘Sogni e biSogni Giovanili’ è stato promosso dall’associazione di promozione sociale Amici di Peter pan, che da oltre 15 anni svolge attività a favore di giovani e famiglie disagiate di Napoli e provincia e che ha investito 21mila euro di risorse proprie nel progetto. Amici di Peter pan ha come partner strategico l’associazione IF-ImparareFare, rappresentata da Marco Rossi Doria, ex sottosegretario all’Istruzione e fondatore della Onlus Maestri di Strada per l’accompagnamento alla formazione di ragazzi e ragazze in difficoltà.

“Noi siamo una sorta di protezione per questi ragazzi – spiega la responsabile attività – prima e durante il loro ingresso nel mondo del lavoro. In molti, grazie a Sogni e biSogni Giovanili hanno potuto lavorare per la prima volta in una delle nostre aziende partner e alcuni hanno gia’ formato un contratto e sono stati assunti con un contratto a tempo determinato. E questo anche perché ci sono persone che li hanno accompagnati, li hanno presi per mano dicendogli di seguire i propri sogni, riconoscendo le proprie attitudini e capacità. Anche all’interno delle aziende stesse. Siamo – sottolinea Mascia – un progetto che si distanzia in maniera decisa dall’Alternanza scuola-lavoro. Siamo convinti che i ragazzi non possono semplicemente fare fotocopie ma devono lavorare, proprio seguendo gli indirizzi per cui hanno studiato”.