Natale all’Auditorium di Roma: mercatini, villaggio di Babbo Natale e concerti

Sara’ un Natale pieno di sorprese quello che l’Auditorium ha preparato per il pubblico romano

ROMA – Sara’ un Natale pieno di sorprese quello che l’Auditorium ha preparato per il pubblico romano.

Dall’8 dicembre al 6 gennaio, infatti, il Parco della Musica si trasformerà in un vero e proprio villaggio natalizio, con tanto di albero, casetta di Babbo Natale, pista di pattinaggio e mercatino, oltre a un programma di grandi concerti.

“La magia e la meraviglia abiteranno qui” ha detto, all’agenzia Dire, l’amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, Jose’ Dosal.

Il programma

Si parte l’8 dicembre alle 18 con l’apertura della pista di pattinaggio e l’accensione dell’albero.

“Sara’ un’occasione bellissima per andare con la famiglia, con i bambini, per passare ore liete insieme- ha continuato Dosal– Possiamo dire che dopo quindici anni di magia e meraviglia all’Auditorium, questo Natale lo sarà ancora di più”.

Tra i concerti in programma il progetto inedito ‘Collisioni a Roma’ con Daniele Silvestri, Carmen Consoli e Max Gazze‘ (dal 27 al 30 dicembre); quelli di Gino Paoli e Danilo Rea, Giovanni Allevi, Tosca, gli Stadio, Peter Cincotti, ma anche l‘Orchestra popolare italiana diretta da Ambrogio Sparagna e la partecipazione di Peppe Servillo.

“Abbiamo una programmazione di spessore- ha spiegato Dosal– e sono contento di aver ricevuto proprio oggi la notizia che il Roma Gospel Festival con il concerto di fine anno sta riscuotendo un grande successo”.

Per la gioia di grandi e piccini, uno spettacolo eccezionale inaugurerà il nuovo anno: il live concert del capolavoro Disney Fantasia in programma il 4,5,6,7 gennaio.
Ad accompagnare le immagini del film d’animazione, la musica dal vivo dell’Orchestra di Santa Cecilia diretta da Cartlo Rizzari

Nello spazio Expo sara’ possibile visitare la mostra ideata e curata dal National Geographic ‘Photo Ark – Meraviglie dal mondo animale’, che documenta l’ambizioso progetto di Joel Sartore che in dodici anni ha fotografato piu’ di 7.400 specie in cattivita’ ai quattro angoli del mondo.

“Sartore e’ uno dei fotografi piu’ importanti di Natura, sono orgoglioso di questa mostra- ha continuato Dosal– Il messaggio che deve arrivare e’ sensibilizzare il pubblico sulla biodiversita’ in un maniera divertente e colta”. Rispetto allo scorso anno l’Auditorium ha registrato l’otto per cento in piu’ di presenze, “segno che la qualita’ su cui noi lavoriamo e’ importante e da’ i suoi frutti”.

Il 2018, ha proseguito Dosal, “sara’ ancora piu’ speciale e partiremo subito forte con il Festival dedicato al Flamenco in versione completamente rinnovata negli obiettivi e nella prospettiva estetica. Senza dimenticare Bob Dylan con un triplo appuntamento ad aprile”.

Da quando e’ arrivato, Dosal ha allargato lo sguardo alle giovani generazioni, facendo attenzione ad avere in programma eventi accattivanti per i bambini e gli adolescenti. Le attivita’ per le scuole sono state triplicate in termini di eventi, laboratori e incontri, registrando un +200% di affluenza di studenti rispetto all’anno scorso.

“L’Auditorium e’ la casa dei giovani, quindi auguro buon Natale a tutti loro e li aspetto qui- ha concluso Dosal– Stiamo facendo un grande sforzo per rendere sempre piu’ fruibile questo posto. Quindi auguri a tutti dall’Auditorium”.