3 miliardi di euro per cercare Cupido e non trovarlo

Il 46% degli uomini e il 43% delle donne, però, hanno rimpianto di aver speso del denaro in appuntamenti deludenti

appuntamenti deludentiROMA – 23 appuntamenti all’anno. È il bilancio di Circle, azienda che opera nel settore Fintech con la sua app di pagamenti social Circle Pay, che ha condotto una ricerca in Italia, Regno Unito, Francia, Spagna, Germania, Irlanda e USA per scoprire – in occasione di San Valentino – abitudini e opinioni sulle uscite in coppia.

La spesa media per un appuntamento si aggira intorno ai 51 euro. I single spendono in media 38 euro, mentre per il 7,6% delle coppie può salire anche fino a oltre 90 euro. A San Valentino, l’83% degli italiani afferma di festeggiare e di spendere una media di 78 euro. Più in dettaglio, gli uomini spendono una media di 93 euro, mentre le donne 64. La fascia d’età che afferma di spendere di più è quella compresa tra i 35 e i 44 anni: in media 87 euro.

Appuntamenti negativi

Il 46% degli uomini e il 43% delle donne, però, hanno rimpianto di aver speso del denaro in appuntamenti giudicati “negativi”. Non si trova Cupido per diversi motivi che possono variare dall’incontrare un partner poco interessante a una discussione di coppia. Ciò si traduce, considerando un totale di almeno 20 milioni di italiani tra i 18 e i 50 anni, in una stima di oltre 3 miliardi di euro “sprecati”.

E c’è anche chi se ne approfitta: il 33% degli uomini e il 26% delle donne, infatti, ammettono di essere andati a un appuntamento per mangiare gratuitamente. Il 58% degli italiani, se un appuntamento stesse procedendo in modo negativo, sarebbe più propenso a dividere il conto. Lo pensa il 73% delle donne ma solo il 40% uomini. Il 50% degli uomini pagherebbe comunque per l’intero appuntamento.

Chi paga il conto?

Al momento di pagare il conto, il 78% degli uomini si offre solitamente di pagare l’intero importo e solo il 15% preferisce dividere equamente. Per quanto riguarda le donne, invece, 1 su 4 lascia pagare l’altra persona mentre il 50% preferisce dividere a metà.

Inoltre, il 66% delle donne non sopporterebbe se a un appuntamento con una persona appena conosciuta, questa ordinasse cibo e bevande molto più care per poi chiedere di dividere il conto. Agli uomini darebbe meno fastidio, la pensa allo stesso modo la metà degli intervistati (51%).

Il 35% degli uomini sarebbe più portato a baciare l’altra persona se questa pagasse per l’intero appuntamento. Nel caso delle donne, invece, la percentuale è più bassa: solo il 24% sarebbe più propenso.