spettacolo

LA FORMA DELL’ACQUA, Guillermo del Toro accusato di plagio

la forma dell'acqua plagio

ROMA – Sembra che il film più nominato dell’anno abbia preso in prestito troppi ‘fiori da un giardino non suo’.

David Zindel ha fatto causa al regista messicano perché La forma dell’acqua (The shape of water) sembra essere simile a Let Me Hear You Whisper, storia scritta dal padre Paul Zindel alla fine degli Anni 60. Citati in giudizio anche la Fox Searchlight, la co-sceneggiatrice Vanessa Taylor e il produttore associato Daniel Kraus.

Il Premio Pulitzer Zindel racconta la storia di una donna delle pulizie, Helen, che presta servizio in un laboratorio dove si effettuano per uso militare esperimenti sugli animali. La protagonista – narra lo scrittore – è affascinata da un delfino racchiuso in una vasca di vetro, e riesce a comunicare con essa grazie alla musica di alcuni vecchi dischi. Quando la donna scopre che le autorità vogliono uccidere la creatura, escogita un piano per liberarlo e riportarlo nel suo habitat naturale. 

Guillermo del Toro, invece, porta sul grande schermo la storia di Elisa, un’addetta all pulizie affetta da mutismo. Anche qui, c’è una donna che instaura un rapporto con una strana creatura: in questa caso, però,  si tratta di un uomo-anfibio. 

la forma dell'acqua plagio

Entrambe le storie, quindi, presentano degli elementi simili: le creature rischiano uccise per essere studiate dai ricercatori e due donne si battono per salvare gli ‘strani esseri’ acquatici. L’unica differenza tra i due racconti, invece, è nella tipologia dell’essere acquatico: quello di Zidel è un delfino, quello di del Toro è un uomo-anfibio

Mi sembra che sia una storia su delfino, le sperimentazioni sugli animali e un animale liberato da un laboratorio: niente di più. La forma dell’acqua è così tante cose, così tanti colori. Non parla di un animale, parla di una divinità. Non sono idee intercambiabili o equivalenti. Sarebbe come dire che E.T. sarebbe la stessa cosa se al posto di un alieno ci fosse un criceto”, hai dichiarato il regista messicano a Deadline.