Rocco Siffredi sul canna-gate: droga "anche nella mia Isola"

Rocco Siffredi sul canna-gate: droga “anche nella mia Isola”

Ecco cosa ha detto

Rocco Siffredi sul canna gateROMA – Si arricchisce giorno per giorno di dichiarazioni la questione droga all’Isola dei famosi. Questa volta a parlare è Rocco Siffredi che, al reality, ha partecipato nell’edizione 2015. Senza peli sulla lingua, l’attore – raggiunto dai microfoni di Leggo – ha commentato senza sorpresa il canna-gate.

“Mi dispiace per Eva e soprattutto per Francesco – ha detto -. Eva sembra essere rimasta indietro di mille anni e Francesco poteva vivere un’esperienza bellissima che invece è stata rovinata. È un ragazzo giovane e di grande personalità e per una stronzata ha perso tutto”.

“È successo anche in altre edizioni”

Una leggerezza insomma che non sarebbe una novità all’interno del programma: “Credetemi il canna-gate è successo anche nella mia Isola e in quella di Malena, ma anche nelle altre. Mai nessuno però ha parlato di uno spinello in diretta tv. Ma davvero stiamo polemizzando su uno spinello? La cannabis è legale in metà mondo, è stato montato un caso inutilmente. Ripeto, mi dispiace molto per Eva che sembra essere rimasta indietro di trent’anni”.