Scoperto l'interstizio, l'organo più grande del corpo umano

Scoperto l’interstizio, l’organo più grande del corpo umano

La comprensione dell’interstizio potrebbe essere particolarmente significativa nella diagnosi e nel monitoraggio di tumori e altre malattie che si diffondono in tutto il corpo

ROMA – Più esteso della pelle, più voluminoso del fegato.
E’ l’interstizio, il nuovo organo scoperto da un team di scienziati che potrebbe essere il più grande del corpo umano.

Che cos’è l’interstizio?

In uno studio pubblicato su Scientific Reports, i ricercatori hanno dettagliato la struttura e la distribuzione degli spazi del corpo, cavità connesse l’una con l’altra e piene di liquido.
Più di due terzi del corpo umano è composto da acqua, la maggior parte contenuta all’interno delle cellule.
Gran parte del resto, circa il 20 percento, è “interstiziale”, una parola latina che combina “tra” e “stare”.

Questo fluido e i tessuti che collegano le cavità compongono il nuovo organo chiamato “interstizio” e si trovano in tutto il corpo.
La presenza di questi tessuti, in realtà, era già nota a medici e scienziati, ma lo studio fornisce nuovi spunti per definire l’interstizio un “organo”.

Interstizio e tumori

Resta da determinare con ulteriori ricerche se l’interstizio può essere considerato un organo.
In ogni caso, la sua comprensione porta ad una “significativa rivalutazione dell’anatomia di ogni organo del corpo”, ha detto uno degli autori principali, Neil D. Theise, professore di patologia al Langone Medical Center della New York University.

La comprensione dell’interstizio, inoltre, potrebbe essere particolarmente significativa nella diagnosi e nel monitoraggio di tumori e altre malattie che si diffondono in tutto il corpo.
Il liquido interstiziale è la fonte della linfa, che invia globuli bianchi, i “combattenti” delle infezioni del sistema immunitario, ovunque siano necessari.