Ho dolori di pancia e nausea. Ho perso la verginità e sono terrorizzata…

Sabato 12 marzo ho perso la verginità con il mio ragazzo, e il giorno dopo mi è venuto il ciclo. Ha usato il preservativo e non sembrava rotto.

Salve, ho bisogno di aiuto.
Sabato 12 marzo ho perso la verginità con il mio ragazzo, e il giorno dopo mi è venuto il ciclo. Ha usato il preservativo e non sembrava rotto.
Solo che ho la nausea e dolori alla pancia e sono terrorizzata.
Le mestruazioni dovrebbero arrivarmi verso il 10 aprile ma sono troppo in ansia e non riesco ad aspettare.
Mi può aiutare?

Laura, 18 anni


Cara Laura,
è normale avere dei timori quando si è alle prime esperienze sessuali ed è importante chiarire eventuali dubbi per vivere in maniera più consapevole la sessualità. Informarsi è un’atto di responsabilità verso la propria persona ma anche verso gli altri e quindi ci sembra positivo che tu abbia  sentito l’esigenza di scriverci il tuo messaggio.
E’ necessario sapere che, per un concepimento si devono verificare delle condizioni specifiche con tempistiche determinate dalle necessità biologiche. Questo si traduce in un rapporto completo, ossia la penetrazione con eiaculazione interna alla vagina. Tale dinamica deve necessariamente verificarsi nei giorni fertili di una donna cioè un tempo stimato tra l’undicesimo e il diciottesimo giorno del ciclo mestruale, quando è possibile per gli spermatozoi incontrare un ovulo potenzialmente maturo e fecondabile.
Se viene a mancare anche uno solo di questi passaggi il concepimento non può aver luogo. Come vedi, anche se è un processo naturale, richiede una serie di passaggi imprescindibili. Da quello che ci racconti il rapporto è stato protetto e molto probabilmente non ti trovavi nel tuo periodo fertile (il calcolo del periodo ovulatorio si fa contando dal primo giorno della mestruazione). Tale valutazione escluderebbe automaticamente la possibilità di rischio per una gravidanza indesiderata.
Le percezioni somatiche che riferisci (nausea e dolore alla pancia) potrebbero dipendere dalla mestruazione in corso o da uno stato di preoccupazione elevato.
In ogni caso ti suggeriamo di stare tranquilla nell’attesa del prossimo ciclo.
Un caro saluto!