spettacolo

Due Destini a due voci: Tiromancino feat Alessandra Amoroso

ROMA  – Due destini dei Tiromancino compie 18 anni. In occasione del compleanno dello storico brano, la band torna in radio con una versione inedita della canzone insieme ad Alessandra Amoroso. Due voci uniche, intense e inconfondibili. Due grandi artisti italiani. “Due destini, che si uniscono”…Tiromancino e Alessandra Amoroso per la prima volta insieme.

Due destini a due voci anticipa l’uscita del prossimo progetto discografico dei Tiromancino, in arrivo a settembre. L’album conterrà alcuni dei brani più significativi della band riarrangiati e reinterpretati per l’occasione insieme a grandi artisti del panorama musicale italiano… e alcuni brani inediti dal forte impatto emotivo.

Terzo singolo del disco di successo La descrizione di un attimo con cui i Tiromancino si sono affermati in Italia ottenendo grandi riconoscimenti di pubblico e critica, Due destini, colonna sonora del film Le fate ignoranti di Ferzan Özpetek, compie 18 anni e per l’occasione la band ripropone lo storico brano in un inedito duetto insieme l’interprete di ‘Vivere a colori’.due destini tiromancino e alessandra amoroso

I Tiromancino, con la forza e la sensibilità cantautorale di Federico Zampaglione, sono considerati una tra le band più apprezzate del panorama musicale italiano.

Sin dagli esordi negli Anni 90 si sono sempre contraddistinti con proposte musicali di volta in volta più sperimentali e di grande valore artistico e musicale e per la voglia di raggiugere un pubblico sempre più vasto e arrivare dritto al loro cuore.

La svolta arriva nel 2000, con “La descrizione di un attimo”, album che comprende tra gli altri l’omonimo singolo, colonna sonora del film di Paolo Virzì “My Name Is Tanino”, e il brano “Due Destini”.

Con alle spalle 12 album, la raccolta “95-05” contenente i più grandi successi dei primi 10 anni di carriera della band, e prestigiose collaborazioni artistiche, i Tiromancino vantano un grande successo di pubblico e critica e si distinguono da sempre nel panorama italiano grazie a una musica improntata sulla fusione tra forma canzone e ricerca di sonorità sperimentali.