Alcol e sesso: i miti da sfatare

Alcol e sesso: i miti da sfatare

ROMA – Molti ragazzi affermano che l’alcol spesso viene utilizzato per fare amicizia perché aiuterebbe a superare le inibizioni, e quindi rappresenterebbe uno start up della socializzazione. A detta dei ragazzi, dopo aver bevuto, si sarebbe più attraenti da un punto di vista sociale ed anche nell’area sessuale. Ma che l’alcol sia un “afrodisiaco” è un luogo comune e un mito da sfatare!

Già Shakespeare nel Macbeth afferma che “l’alcol aumenti il desiderio, ma che diminuisca le prestazioni”. Ed anche questo è vero solo in parte! Cerchiamo di capire meglio. L’effetto dell’alcol è in realtà un effetto inibitorio perciò piccole dosi di alcol potrebbero buttare giù le barriere difensive e quindi facilitare l’espressione del desiderio sessuale. L’alcol andrebbe infatti ad inibire proprio i centri del cervello che regolano la paura riducendo l’ansia e incrementando la capacità di espressione della libido. Più il consumo di alcol aumenta, più il rischio è alto in quanto gli effetti inibiscono tutto il circuito della sessualità compresa l’area del desiderio provocando quindi difficoltà di erezione, impotenza e frigidità.

Nelle donne l’alcol, oltre alle conseguenze generali sulla salute, può causare una minore produzione di ormoni femminili (alterazione degli estrogeni). Per questo motivo, bere in adolescenza è particolarmente grave: lo squilibrio ormonale provocato dall’alcol può portare a ritardi nella maturazione sessuale e riproduttiva, scarsa crescita corporea (soprattutto se si tende a bere invece di mangiare) e predispone all’osteoporosi (fragilità delle ossa).

Mentre negli uomini l’alcol danneggia sia la produzione che la qualità degli spermatozoi: motilità, vitalità e struttura. Bere in eccesso può causare impotenza e calo della libido. Smettere fa recuperare la fertilità e preserva l’attività sessuale. È da considerare a basso rischio una quantità giornaliera di alcol di 20-40 gr (un bicchiere di vino o una birra ne contengono circa 12). E’ bene tenere sott’occhio le quantità di alcol consentite per non compromettere la propria salute.

L’assunzione continua di alcol causa un’interruzione della produzione di testosterone riducendo il desiderio e aumentando il rischio di infertilità! L’ipofisi infatti, ghiandola situata alla base del cervello, si inibisce e con lei la capacità di produrre gli ormoni FSH e LH che dovrebbero giungere ai testicoli per stimolare la produzione di testosterone. Nei casi peggiori l’alcol è responsabile di quella che viene chiamata “impotenza da alcol” e a lungo andare può portare nell’uomo ginecomastia e processi di femminilizzazione.

Insomma, accade esattamente il contrario di ciò che comunemente si pensa!!! Bere troppo, oltre hai danni fisici sul sistema neurologico, potrebbe portare a fare grandi figuracce con il/la propria compagno/a!
Forse, anche su questo, andrebbe fatta una riflessione.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it