Andrea Pirlo ha detto addio al calcio nella sua "notte del maestro"

Andrea Pirlo ha detto addio al calcio nella sua “notte del maestro”

Per il futuro, Pirlo ha già ricevuto una proposta in Federcalcio ma il calciatore non ha ancora deciso cosa farà

notte del maestro

ROMA – Una parata di campioni e una pioggia di gol hanno fatto da sfondo all’addio al calcio di Andrea Pirlo. L’ex calciatore di Milan e Juventus ha salutato i suoi tifosi con un un’ultima gara. Una grande festa allo stadio San Siro di Milano. È così che, nella “notte del maestro”, si sono sfidati talenti del calibro di Totti, Del Piero, Buffon, Tevez, Gattuso, Chiellini, Zanetti e Zambrotta. Insieme a loro tante altre stelle che hanno chiuso la partita 7-7. A spiccare la tripletta di Inzaghi. 

Le stelle in campo nella “notte del maestro”

Ex e non così hanno dato spettacolo, divisi in “Bianchi” e “Blu”. Ecco i “convocati”:

White Stars:  Abbiati, Dida; Bonucci, Chiellini, Costacurta, Favalli, Jankulovski, Maldini, Nesta, Oddo, Simic, Zambrotta, Zanetti; Baronio, Camoranesi, Gattuso, Lampard, Leonardo, Pepe, Pirlo, Rui Costa, Verratti, Vidal; Baggio, Del Piero, Di Natale, Iaquinta, Inzaghi, Matri, Pato, Ronaldo, Totti, Vieri. 

Blue Stars: Buffon e Storari; Adani, Barzagli, Bonera, Cafu, Diana, Ferrara, Kaladze, Materazzi, Serginho; Pirlo, Albertini, Ambrosini, Brocchi, De Rossi, Diamanti, Marchisio, Perrotta, Seedorf; Borriello, Cassano, Quagliarella, Ronaldinho, Shevchenko, Tevez, Toni, Ventola.

In panchina, in qualità di allenatori Conte e Ancelotti per i “Bianchi”, Donadoni, Tassotti e Allegri per i “Blu”. 

Il futuro di Pirlo

Per il futuro, Pirlo ha già ricevuto una proposta in Federcalcio ma il calciatore non ha ancora deciso cosa farà. Intanto, l’ormai ex calciatore si è goduto l’affetto dei 50 mila tifosi presenti, ieri, a San Siro. Dopo 23 anni di una carriera iniziata al Brescia, Andrea Pirlo può dirsi soddisfatto di un percorso che l’ha portato anche a vincere i Mondiali nel 2006. Tanti successi che, chissà, potrebbe ripetere suo figlio Niccolò che, nella “notte del maestro”, ha sostituito il padre all’81esimo.