Mi piacerebbe capirci qualcosa per evitare contatti nei giorni fertili...

Mi piacerebbe capirci qualcosa per evitare contatti nei giorni fertili…

Buongiorno, scrivo per avere dei chiarimenti su ovaio micropolicistico e test ovulazione .
Ho sempre avuto ovaio micropolicistico che mi portava dolori in ovulazione , fortissimi dolori mestruali e i più svariati sintomi premestruali con nausea dolori al seno ecc.
ho un ciclo spesso irregolare , il mese scorso ho avuto 4 giorni di ritardo e da questo mese ho iniziato a monitorare la mia ovulazione con stick clearblue per estradiolo ed lh e temperatura basale . Al 15 giorno di ciclo ho iniziato ad avere perdite di muco filante e le perdite si sono intensificate il 16 giorno ,con temperatura 36,3 fino ad essere abbondanti il 17 giorno di ciclo ..(la temperatura la mattina del17 era ancora 36,3) tuttavia il test di ovulazione ha iniziato a portarmi una possibile fertilità solo la sera del 17 esimo giorno,con L faccina sorridente che lampeggia , mentre prima risultava negativo , con il classico cerchio vuoto . La fertilità elevata mi è comparsa anche il 18 esimo giorno , quando ho smesso di avere perdite mucose e così stamattina , fertilità , che è 19 giorno di ciclo…il tutto contornato da dolori al basso ventre veramente molto seccanti .. la temperatura però in questi ultimi giorni era intorno ai 36,5, ma siccome ho dormito pochissimo e in maniera discontinua per alcuni problemi universitari che mi preoccupano, non penso che le temperature prese in queste circostanze siano molto affidabili … in conclusione vorrei capire se davvero questi test sono affidabili , o è meglio attenersi alla temperatura .. se è possibile avere avuto l’ovulazione in ritardo, cioè che io non abbia ancora ovulato nonostante il muco sia scomparso da 2 giorni .. mentre prima quando era presente , almeno all inizio mi portava che non ero fertile .. oltretutto questi test vanno interpretati basandosi sul momento , su ciò che dice il monitor , o hanno valenza anche tempo dopo? Perché ho notato che il risultato cambia diametralmente .. ad esempio stamattina mi portava possibile fertilità con la striscia destra più intesta e la sinistra sbiadita .. dopo un po’ di tempo però i colori delle linee si sono invertiti e quindi anche il risultato sarebbe diverso .. onestamente sono molto confusa e spero di avere qualche delucidazione in quanto non so se attenermi al muco al test alla temperatura .. e mi piacerebbe capirci qualcosa anche per gestirebbe i rapporti con il mio ragazzo ed evitare contatti in “giorni potenzialmente fertili ” scusatemi se mi sono dilungata tanto ! Grazie

Alessandra, 22 anni


Cara Alessandra,
tecnicamente il test dell’ovulazione individua la presenza dell’ormone luteinizzante (LH) nell’urina, la cui secrezione aumenta all’improvviso e rapidamente circa 24-36 ore prima della fase ovulatoria.
In tal modo, questo dispositivo aiuta a prevedere il momento in cui potrebbe avvenire il rilascio della cellula uovo matura e consente di stabilire il periodo del ciclo mestruale in cui è più probabile il concepimento. 
Un esito positivo del test indica, quindi, il verificarsi di un picco ovulatorio entro 24-48 ore. L’ideale sarebbe ripetere le misurazioni sempre alla stessa ora, possibilmente al mattino appena sveglie, o comunque dopo almeno 3-4 ore dall’ultima minzione. Nelle ore precedenti è importante bere poco, per non falsare la lettura. Secondo le ditte produttrici, l’affidabilità di questi test è approssimativamente pari al 90%.
Di solito quando ci si approssima all’ovulazione ci sono delle variazioni fisiche che possono essere notate: nella cervice, nel muco prodotto dal collo dell’utero e nella temperatura corporea basale, così come tu sostenevi. In alcuni casi si manifestano sintomi secondari, tra cui il Mettelschmerz (dolore peritoneale associato all’ovulazione) ed un aumentato senso dell’olfatto. Molte donne sperimentano un accentuato desiderio sessuale nei giorni immediatamente precedenti l’ovulazione. Le secrezioni vaginali modificano la propria consistenza e sono più abbondanti: poco prima dell’ovulazione, si può notare un’aumentata secrezione di muco cervicale. Queste secrezioni sono chiare e di consistenza fluida, cremosa. Dopo l’ovulazione, quando le probabilità di rimanere incinta sono inferiori, le secrezioni vaginali diventano appiccicose o possono scomparire del tutto. La temperatura corporea basale aumenta di alcuni decimi di grado (da 3 a 5 decimi) durante l’ovulazione. Questa variazione di temperatura è determinata dal progesterone, un ormone la cui secrezione aumenta notevolmente subito dopo l’ovulazione. Il passaggio da una temperatura bassa ad una più alta indica che la fase ovulatoria è avvenuta.
Tutti questi sintomi possono essere o meno presenti in una donna, con intensità diversa e possono variare nel tempo.
Per quanto riguarda le applicazioni 

Non ci è chiaro se stai cercando una gravidanza o meno; per il calcolo del periodo fertile, ce ne sono alcune abbastanza affidabili, ma non è consigliabile affidarsi ad esse se si vuole evitare una gravidanza e se si ha un ciclo irregolare, ma sono più utili quando si sta cercando di rimanere incinta. È quindi consigliabile utilizzare metodi contraccettivi più sicuri. Inoltre avendo un ciclo irregolare potrebbe essere utile confrontarti con la tua ginecologa, che ha più informazioni sulla tua storia anamnestica, e magari valutare se un contraccettivo orale possa essere di aiuto anche a monitorare l’ovaio policistico e le sue irregolarità.
Un caro saluto!

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it