I.C. Vittorini di San Pietro Clarenza, in 50 già partiti con Erasmus

I.C. Vittorini di San Pietro Clarenza, in 50 già partiti con Erasmus

CATANIA – Si e’ concluso il progetto Erasmus organizzato dall’Istituto Comprensivo “Elio Vittorini” di San Pietro Clarenza (Catania). In una delle aule della scuola siciliana, gli alunni e i docenti coinvolti in cinque mobilita’ che si sono susseguite nell’arco degli ultimi quattro anni, hanno rivissuto i momenti piu’ significativi delle loro esperienze, condividendo ricordi, impressioni ed elaborati fotografici dei luoghi visitati.

Il progetto Erasmus e’ stato fortemente voluto dalla dirigente scolastica Angela Fiscella e, con la partecipazione attiva del professore Angelo Mandarino, ha avuto inizio con ‘The healthier the happier’, prima mobilita’ inaugurata nel 2014 e conclusasi nel 2016. “Sono stati anni impegnativi– ha spiegato la professoressa di inglese Daniela Licandro- ma pieni di soddisfazioni. Nel 2017 abbiamo organizzato cinque accoglienze, cui hanno lavorato tutti i docenti del nostro istituto. Un’esperienza interculturale unica per i nostri ragazzi e per noi docenti, con una ricaduta positiva sull’apprendimento della lingua inglese e sulle conoscenze delle differenti metodologie di studio”.

Sono stati cinquanta i ragazzi, due della scuola primaria, la restante parte della scuola secondaria di primo grado, ad avere viaggiato lungo l’Europa, visitando la Francia, il Belgio, la Spagna, la Romania, la Lituania, l’Ungheria, la Turchia, la Grecia, Cipro, la Polonia, l’Irlanda, l’Islanda, la Croazia ed ultima tappa, il Portogallo. Un gemellaggio in piena regola, in cui i piccoli viaggiatori sono stati accolti dai loro coetanei stranieri nelle loro case, mentre i docenti, di volta in volta, hanno alloggiato negli alberghi delle diverse localita’. Dal fiabesco castello di Trakai di Vilnius, in Lituania, alle riserve naturali della Lettonia; dalle antiche rovine di Anemurium, a sud della Turchia, alle architetture gotiche ed alle porcellane di Limoges, in Francia.

“In ogni Paese visitato– ha detto la professoressa Tiziana Gianformaggio- gli alunni hanno preso parte a laboratori per la produzione di manufatti locali e ad iniziative in cui hanno conosciuto i balli e la musica appartenenti al folklore dei luoghi ospitanti. Sono state molteplici le attivita’ svolte dai ragazzi, tra cui la realizzazione di una biblioteca multimediale, nell’ambito della mobilita’ ‘Your history our history'”. Al progetto Erasmus del ‘Vittorini’ hanno partecipato anche gli alunni diversamente abili. Un coinvolgimento che rientra nella strategia per l’inclusione messa a punto dal programma dell’Unione Europea, finalizzata a garantire e a sostenere l’inclusione sociale.

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it