FLO in tour per presentare "LA MENTIROSA"

FLO in tour per presentare “LA MENTIROSA”

L’attrice e cantautrice è in tour per presentare il nuovo disco uscito a fine a maggio per Soundfly.

Roma – Si sta imponendo come una delle migliori della sua generazione,  si chiama FLO ed è un’attrice e cantautrice che calca le scene del panorama musicale da ormai diversi anni. Il 25 maggio è uscito per Soundfly LA MENTIROSA, l’album esplosivo e coinvolgente anticipato dal singolo “Vergine di fine agosto”. Il nuovo disco arriva a due anni di distanza dalla fortunata uscita in Italia e in Europa de “Il mese del rosario”. 

Con la sua riconoscibile freschezza e il suo piglio irriverente, la cantautrice mescola, crea, interpreta musiche vicine e musiche lontane. Visita un mondo intimo e al tempo stesso sconfinato. La sua voce si muove con libertà leggera, appassionata, osa di più che nei lavori precedenti. In questo terzo disco l’ecletticità si impone come il vero e proprio carattere musicale di Flo. Tutto il materiale inedito contenuto ne “La mentirosa” insegue continui déjà vu, riferimenti sfacciati sostengono il senso misterioso delle parole, il continuo rimando a tradizioni popolari d’altrove costruisce un grande viaggio, un’affascinante illusione. Mentirosa in spagnolo vuol dire “bugiarda”. La mentira, la bugia, è la straordinaria possibilità di inventare, travestirsi, giocare a essere altro e lontano da sé. Di perdersi partendo. Senza però smarrire l’identità, che è il solo biglietto per tornare a casa. 

I CONCERTI DI PRESENTAZIONE
30/06 Thaya Weidhofen (Austria) – Thayapark – Flo Quartet
06/07 – Caserta – Manouche Osteria – Flo e Gianni Marcello Duo
08/07 – Napoli – Giardino Romantico di Palazzo Reale – Flo Trio
13/07 – Castel Volturno  (CE) – Crazy Horse Cafè – Flo Trio
20/07 – Napoli – Post – Aperitif Club – presentazione ufficiale del cd – Flo Quintet
21/07 – Nola (NA) – Vulcano Buono – Flo Quintet
25/07 – Tivoli (RM) – Centro Termale Acque Albule – Flo Quintet
26/07 – Milano – Mare Urbano – Flo Quartet
27/07 – Valdagno (VI) – Cortile San Lorenzo – Flo Quartet
03/08 – Contursi Terme (SA) – Piazza San Vito – Flo Quartet
10/08 – Carpino (FG) – Piazza San Cirillo – Flo Quintet
17/08 – Sorrento (NA) – Villa Fiorentino – Flo Quartet
18/08 – Castelnuovo Magra (SP) – Piazza Querciola – Flo Quartet

FLO racconta “LA MENTIROSA” con queste parole:

“Che genere fai?” Questa domanda me la sento rivolgere da quando quattro anni fa è uscito il mio primo disco. È da allora che non so rispondere. Dopo i miei concerti il pubblico è sempre entusiasta, sorpreso. In molti mi dicono di aver fatto bene a venire. Eppure continuano a chiedermi: “Che genere è? Come si può definire?”. Forse hanno bisogno di dargli un nome, un’etichetta, hanno bisogno di catalogare nel proprio hard disk mentale un file inaspettato. A volte vorrei rispondere: “Il mio genere sono io!”. (Chi di noi non ha sognato almeno una volta di poter dire una cosa così?). Poi metto a freno la vanità e rispondo “sono canzoni”. Eppure ho maturato negli ultimi anni un convincimento chiaro: mi piace generare questo felice smarrimento nelle orecchie e nell’animo di chi mi ascolta. Sono felice di essere io a generarlo. Credo che LA MENTIROSA sia nato così: dalla voglia di osare, di dichiarare ancora di più che la risposta a questa domanda per me non è importante. É importante invece lasciarsi attraversare dalla melodia e viaggiare con essa. È importante sentire che, almeno nella musica, non c’è filo spinato e non c’è il proibito. Ho scritto i testi di queste canzoni in solitudine, lontano da casa, tra Ortigia, Roma, New York; me le cantavo sottovoce, ma immaginavo per loro una forma musicale piena zeppa, aperta, a tratti pomposa e divertente e a tratti intima e delicata. Ho affidato a Daniele Sepe la produzione artistica ritenendo che un musicista come lui, “di trincea”, che di palchi ne ha visti di ogni forma, che di musica tradizionale conosce pregi e difetti, potesse regalare a queste canzoni quella dimensione pulsante, suonata dal vero, estremamente dichiarativa, che avevo in testa. Volevo un disco senza paura. Al lavoro hanno partecipato più di trenta musicisti: dall’arpa al bassotuba, dalla chitarra elettrica al flauto dolce. E poi campane tubolari, tastiere, sitar, cori. Ognuno col suo tocco personale, in nome del fine di ogni musica: incontrarsi.

Musicista, autrice e attrice di teatro, ha lavorato – tra gli altri – con Stefano Bollani, Enrico Rava, Daniele Sepe, Elena Ledda, Zè Perdigao, Vincenzo Zitello, Alfredo Arias, Mimmo Borrelli, Claudio Mattone e Gino Landi. Si è esibita nei maggiori festival italiani ed europei, in America Latina, in Africa e in Turchia.