Giuliano Sangiorgi, parole d'amore per l'arrivo di sua figlia

Giuliano Sangiorgi, parole d’amore per l’arrivo di sua figlia

ROMA – Giuliano Sangiorgi non è solo un bravo artista, ma sarà anche un bravo padre. A dimostrarlo, è una sua lettera pubblicata sul Corriere della Sera, attraverso cui spiega alla figlia, ancora in grembo della compagna Ilaria Macchia, il significato della parola amore.

 

Il leader dei Negramaro inizia la lettera con la notizia della gravidanza: 

“Ilaria, la mia compagna da anni, con cui condividiamo un tetto e milioni di parole scritte, lette, mangiate, cantate e «girate», me lo ha detto per come temevo sarebbe successo a noi, conducendo da sempre una vita in continuo movimento verso qualche posto: al telefono, mentre scendevo da un aereo qualsiasi a Londra, impietrito, davanti a una scala mobile, con le valigie in mano e con il cuore in gola. «Diventi padre, amore! Aspettiamo un figlio, sarà divertente!!!». E io che non ci ho capito niente le ho chiesto di ripetere L-E-N-T-A-M-E-N-T-E perché proprio non avevo sentito la parte in cui mi diceva che aspettavamo un bambino… proprio no! «Scusa Ila, hai detto padre, figlio nella stessa frase e ti rivolgevi a me?! forse hai detto altro, tipo “che bello mio padre, tu sei il figlio di tuo padre, hai detto sono incinta!?”».

Il cuore pieno di gioia, lacrime, il fiato spezzato, il tremolio alle gambe, zero salivazione e adrenalina. Sono state proprio queste le sensazioni di Sangiorgi, che ha voluto condividere subito con i suoi follower: “Scegliamo un nome?”. Con un post su Instagram, pubblicato qualche giorno fa,  ha annunciato la sua paternità. Ad accompagnare la notizia, la foto del libro “Niente Panico! Come sopravvivere alla paternità” di Patrizio Cossa.

Non c’è nessuna gioia se non la si può condividere. Ora, finalmente, lo posso fare e mio figlio inizia ad avere un volto e, a dirla tutta, questa verità che adesso posso finalmente svelare, è femmina!!!!!!!!!!!!continua così la lettera E ho i brividi mentre ve lo scrivo. Saremo la sua famiglia stupenda e sarà gigantesca, infinita, piena di colori, accogliente e sempre disponibile e pronta verso l’altro“.

E conclude:

Spero che tu possa amarmi amore mio per come già ti amo io, senza conoscerti. Tuo padre, Giuliano!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it