World emoji day, Apple festeggia con nuove 70 faccine

World emoji day, Apple festeggia con nuove 70 faccine

ROMA – Sorridenti, tristi, arrabbiate. Sono centinaia le faccine che ogni giorno usiamo e che oggi si celebrano con il World emoji day. Apple, per festeggiare la ricorrenza, ha svelato 70 nuove emoji che arriveranno entro la fine dell’anno. 

Tutte approvate dall’Unicode 11.0, le nuove emoji comprendono – tra le altre – il pavone, l’avocado, il pappagallo, la lattuga, il cupcake, l’aragosta e il canguro. Poi ancora una faccina festante e una con gli occhi pieni di lacrime.

Queste nuove faccine si aggiungono a quelle annunciate nei mesi scorsi: quelle che rappresentano la disabilità e quelle con i capelli rossi o bianchi. 

La prima emoji

La prima emoji è comparsa tra il 1998 e il 1999. A crearla Shigetaka Kurita. Il primo set era composto da circa 172 simboli pittografici da 12 pixel per lato. Fu utilizzato nel sistema nipponico i-mode, una primordiale piattaforma web progettata per collegare i telefoni cellulari a internet.

Nel 1997, invece, il primo dizionario di icone realizzate con i segni di punteggiatura creato dal 25enne francese Nicolas Loufrani.

La consacrazione è arrivata con i dispositivi Apple che hanno diffuso l’utilizzo delle piccole icone.

 

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it