Eventuali residui di sperma in questa fase di penetrazioni di petting...

Eventuali residui di sperma in questa fase di penetrazioni di petting…

Salve dottore . Un dubbio che mi assilla.  Diciamo che sono molto inesperto in campo sessuale e di educazione alla conoscenza degli apparati riproduttivi. Le espongo il dubbio: in un giorno fertile del ciclo della mia ragazza probabilmente( mestruazioni avute il 29 maggio la prima volta e il secondo mese invece il 1 luglio notte, diciamo mattina del 2, i fatti così descritti a rischio sono capitati 13-14 luglio e 21 luglio) , ho fatto del petting con lei strusciando forte il mio pene contro la sua vagina proprio come una simulazione di una penetrazione vaginale da vestiti. Non ho eiaculato e io avevo dei pantaloncini addosso e lei un leggings molto fine aderente e un perizoma. Non è che nonostante non ho eiaculato durante queste presunte spinte di penetrazione simulata da vestiti sia passato qualcosa, che ne so tipo liquido preseminale che poi è andato a contatto con la sua vagina dal momento che, nonostante questi strati di panni il pene ha diciamo simulato penetrazioni proprio dove c’è il buco vaginale con delle spinte decise ? Anche se il glande quando “spingeva” “penetrava” l’ingresso vaginale eventuale liquido preseminale non è passato ? E poi un’altra cosa: dal momento che qualche minuto prima di tutto ciò sono masturbato e poi toccato su glande e prepuzio per vedere se c’era qualcosa ma non sono giunto a eiaculazione e poi ho masturbato lei solo esternamente e lei si è bagnata di liquido lubrificante, non è che eventuali residui sulla mano l’abbiamo potuta ingravidare poiché quando ho toccato sentivo che il glande e la pelle diciamo sul “collo” del pene era umida? È sede idonea per spermatozoi ancora vivi reduci dalla masturbazione precedente?Eventuali residui di sperma in questa fase di penetrazioni di petting siano potuti arrivare alla vagina e ingravidare forse anche grazie a questo liquido che la donna produce quando sta in fase di eccitazione che non so se faciliti la risalita di eventuali residui di spermatozoi o meno? Grazie infinite.

Giovanni


Caro Giovanni,
come ti abbiamo specificato nella precedente risposta, è davvero difficile con il petting che possa esserci un rischio gravidanza. Questo potrebbe esserci solo nel caso in cui si inserisca un dito sporco di sperma appena eiaculato in vagina durante il periodo fertile della donna.
Nel tuo caso non vi è stata alcuna eiaculazione, i vestiti sono una barriera importante è vero che gli spermatozoi son capaci di innestare un concepimento ma non hanno tutti questi poteri, infatti se esposti a superfici esterne come aria, pelle, indumenti fazzoletti non riescono a sopravvivere a lungo in quanto non sussistono il ph e le temperature adeguate.
Inoltre per quanto in letteratura la diatriba sia sempre aperta, il liquido preseminale non dovrebbe contenere spermatozoi mobili e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero in gradi di fecondare.
Nel caso in cui ci sia stata una pregressa eiaculazione potrebbe essere presente un fattore di rischio proprio perché potrebbero restare dei residui di liquido eiaculatorio alla base delle ghiandole del pene e possono fuoriuscire anche nelle prime fasi dei rapporti successivi. Quindi non è sufficiente una buona pulizia del pene. Per questo motivo è sempre consigliabile utilizzare un metodo contraccettivo, anche se l’eiaculazione avviene esternamente. Ma nel tuo caso specifico ci sembra di capire che non vi sia stata una vera penetrazione o meglio era mediata dai vestiti perchè non ci dovrebbe essere stato nessun contatto. Tieni presente inoltre che è fondamentale affinchè avvenga un concepimento che la tua ragazza si trovi nel suo periodo fertile.
Forse potrebbe essere utile confrontarsi sui diversi metodi contraccettivi in commercio in modo da vivere la sessualità con una maggiore serenità.

Un caro saluto!

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it