Il ritorno di Macy Gray con un nuovo album in studio

Fuori il 7 settembre “Ruby”, il decimo disco della cantante americana

Roma – Se siete appassionati di R&B Macy Gray è tra le voci da salvare nella vostra playlist. Personalità controversa con un passato “movimentato”, a due anni di distanza dall’uscita dell’album “Stripped” ci riprova e torna con un nuovo lavoro discografico. Dal 7 settembre suonerà in tutto il pianeta “Ruby”, disco già anticipato dal singolo Sugar Daddy.

La cantante americana, oggi cinquantenne e super popolare nei primi anni del Duemila, ha scritto e cantato pezzi entrati nella storia, se non li conoscete andatevi a sentire l’album “On how life is” (1999) e in particolare Why didn’t you call me, I try e Do something; dell’album “The Id” (2001) invece ascoltatevi Sexual Revolution e Sweet Baby entrambe con il featuring di Erykah Badu, ma merita anche Finally made me happy (2007) dell’album “Big”. Dal 2010 al 2016 sono usciti altri lavori della cantautrice americana a cadenza più o meno biennale. L’ultimo, del 2016, è “Stripped” che la Gray ha portato anche in tour in Italia, ma il suo live romano non ci ha convinti per niente.
Eppure Macy Gray con la sua grinta e i suoi testi diretti e graffianti merita sempre di essere ascoltata. La cantautrice americana dalla voce soul e roca, calda e graffiante, nei suoi testi diretti e eccentrici sa bene cosa dire. Il suo look, tutt’altro che sobrio, corrisponde perfettamente alla sua personalità anticonformista e poco convenzionale. Insomma è un peccato dirlo ma la Macy in sé ci sa fare e piace un sacco, muove folle e spacca tutto. Le aspettative su “Ruby” sono alte e ancora di più sui live, in cui speriamo di vederla più in forma che mai.