Mary Shelley, al cinema la storia della "mamma" di Frankenstein

Mary Shelley, al cinema la storia della “mamma” di Frankenstein

Una storia potente, molto rilevante anche in questo momento storico. E’ da oggi al cinema Mary Shelley, film biografico dedicato alla scrittrice la cui penna ha dato vita al mito di Frankenstein.

Un racconto estremamente dettagliato, il cui fulcro sono le relazioni di Mary Shelley, cornice entro la quale cerca ardentemente la propria identità, respingendo le attese
della società, l’eredità dei suoi genitori e il carattere opprimente del suo partner.

IL CAST

Diretto da Haifaa Al Mansour, che ne firma anche la sceneggiatura insieme ad Emma Jensencon. Nel cast Elle Fanning, Maisie Williams, Tom Sturridge, Douglas Booth, Ben Hardy, Stephen Dillane, Bel Powley, Joanne Froggatt, Hugh O’Conor.

SINOSSI

Mary Shelley racconta la storia di Mary Wollstonecraft Godwin (Elle Fanning), autrice di uno dei più famosi romanzi gotici del mondo “Frankenstein”, e della sua relazione ardente e tempestosa con il poeta romantico Percy Bysshe Shelley (Douglas Booth). I due giovani legati da una chimica naturale e idee progressiste che vanno oltre i limiti della loro età e del loro tempo, dichiarano il loro amore reciproco alla famiglia che li ostacola e per questo fuggono insieme. A soli18 anni, Mary è costretta a sfidare i tanti preconcetti contro l’emancipazione femminile, a proteggere il suo lavoro di scrittrice e a forgiare la propria identità.