Il Codacons denuncia lo Starbucks di Milano: prezzi troppo alti

Il Codacons denuncia lo Starbucks di Milano: prezzi troppo alti

Un espresso 1,80 euro, 4,80 per un cappuccino. Non sono i prezzi di un bar di lusso in pieno centro storico ma quelli proposti da Starbucks per il suo primo punto vendita italiano, nel cuore di Milano.

Prezzi che non hanno trovato l’approvazione del Codacons che, con un esposto, chiede all’Antitrust di verificare la correttezza della pratica commerciale posta in essere dall’azienda.
“Con l’apertura del primo store italiano sono stati resi pubblici i listini prezzi praticati da Starbucks, e si scopre che il semplice caffè espresso costa 1,80 euro, mentre per un cappuccino il prezzo sale a 4,50 euro – afferma il Codacons – Per il caffè all’americana occorre mettere in conto una spesa di 3,50 euro, prezzi lontanissimi dalla media praticata a Milano per i medesimi prodotti, dove per un espresso si spende in media 1 euro e 1,30 euro per il cappuccino”.

Si tratta di tariffe “fuori mercato, che possono rappresentare un danno per gli utenti italiani che vogliono provare l’esperienza di consumare un caffè da “Starbucks”, e devono sottostare a listini decisamente elevati – spiega il Codacons – Pertanto abbiamo deciso di presentare un esposto all’Antitrust affinché verifichi la correttezza della pratica commerciale posta in essere da Starbucks nel primo store milanese.