Non è vero ma ci credo, ecco le bistecche vegetariane

Al cinema dal 4 ottobre il film di Stefano Anselmi con Nunzio e Paolo

ROMA – Non è vero ma ci credo, opera prima di Stefano Anselmi arriva al cinema il 4 ottobre.

Si può aprire una bisteccheria per risollevare le finanze senza tradire la propria fede vegetariana?

Ci proveranno Nunzio e Paolo, che tornano al cinema con la rocambolesca commedia del regista del pluripremiato cortometraggio Alice. 

Distribuita da Notorious Pictures la commedia è pronta a farci ridere. 

Gli ex veejay della storica emittente romana Magic TV, vegetariani convinti e irremovibili, troveranno il modo – o almeno ci proveranno – di servire ai propri clienti filetti, costate e bistecche totalmente vegetali.

Nel cast anche Micol Azzurro (Tutti i santi giorni), Elisa Di Eusanio (Benedetta Follia), Giulia Di Quilio (Mi rifaccio vivo), Maurizio Lombardi (Metti la nonna in freezer) e Yari Gugliucci (Mister Felicità), e inoltre con la partecipazione di Maurizio Mattioli e Loredana Cannata.

Non è vero ma ci credo, la trama

Nunzio e Paolo sono amici da sempre ma il loro sodalizio ha prodotto solo una serie di business falliti finanziati dalle loro mogli, che adesso minacciano di sbatterli fuori di casa.

I due cercano il riscatto aprendo un ristorante vegetariano finché, per compiacere un critico culinario da cui dipendono i loro destini, si trovano di fronte alla necessità di trasformare il locale in una bisteccheria.

Vegetariani convinti, Nunzio e Paolo non hanno alcuna intenzione di mettersi davvero a cucinare animali.

Possono bistecche vegetali essere spacciate per vera carne? 

È l’inizio di una spirale di eventi esilaranti…