Il 28 settembre eventi in 100 città, torna la Notte dei ricercatori

Il 28 settembre eventi in 100 città, torna la Notte dei ricercatori

ROMA – Sarà invasione di scienza il prossimo 28 settembre in più di 100 città italiane con laboratori, spettacoli, conferenze ed eventi speciali a porte aperte. Torna la Notte dei Ricercatori con una moltitudine di iniziative volte ad avvicinare giovani e adulti a indagini, strumenti e materie scientifiche.

L’evento, che si terrà in contemporanea in tutta Europa, in Italia si svolgerà attraverso 9 progetti selezionati e sostenuti dalla Commissione europea. Questi sono stati presentati oggi al Miur nel corso della conferenza stampa di lancio al quale, oltre ai numeri uno degli istituti di ricerca coinvolti, ha preso parte anche il sottosegretario all’Istruzione, Lorenzo Fioramonti.

“È un evento importantissimo- ha dichiarato il sottosegretario- che porta la scienza nelle case e avvicina i cittadini alla scienza non soltanto come divulgazione ma come coinvolgimento diretto. Quello a cui tengo molto a far capire che la scienza nel XXI secolo non la faranno solamente gli scienziati ma e’ frutto di collaborazione interdisciplinare e intersettoriale quindi sempre più e dovremo coinvolgere imprese tecnici esterni e semplici cittadini nel processo”.

“Per quanto poi riguarda i finanziamenti- ha proseguito Fioramonti- questo governo farà uno sforzo importante per la ricerca anche dal punto di vista economico. Siamo lì a negoziare costantemente quello che saranno i dettagli della prossima programmazione di finanziamenti del progetto Horizon 2020/2027, che vede l’Italia in prima fila. Ci sono 100 miliardi di euro dei contribuenti europei ed è fondamentale che vengano utilizzati per fare della scienza un volano dell’economia. Si tratta di uno sforzo enorme che segnerà lo sviluppo della ricerca del nostro continente ed e’ fondamentale che l’Italia sia in prima fila. È necessario creare in Italia un vero ecosistema della ricerca- conclude- l’Italia riparte diventando uno dei grandi leader mondiali o è inutile avere centri di eccellenza isolati”.

Le informazioni e i programmi della Notte dei Ricercatori sono disponibili sul sito www.nottedeiricercatori.it.