Stabile Lele Spedicato. Sangiorgi: "Resta qui con me, fratello mio!"

Stabile Lele Spedicato. Sangiorgi: “Resta qui con me, fratello mio!”

ROMA – Restano stabili le condizioni di Lele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro trasportato d’urgenza ieri all’ospedale Vito Fazzi di Lecce

Emanuele, dopo l’operazione per ridurre l’emorragia cerebrale, è stato ricoverato nel reparto di rianimazione. Intubato ma non in pericolo di vita. I medici, infatti, hanno rilevato “l’assenza di peggioramenti” e “parametri vitali buoni”. La prognosi resta ancora riservata ma tutti i segnali inducono “a un pizzico di ottimismo”

Il musicista aveva perso conoscenza nella mattina del 17, quando la moglie – Clio Evans – ha chiamato i soccorsi. Secondo voci di corridoio, Spedicato sarebbe caduto in piscina battendo la testa ma non c’è conferma ufficiale sulla dinamica degli eventi.

Oggi, il 38enne ha ricevuto la visita dei compagni di band. Tutti i Negramaro si sono raccolti intorno a lui in lungo e commovente abbraccio, anche se per pochi minuti.

“Resta qui con me, fratello mio!”, ha scritto Giuliano Sangiorgi su Facebook. Continuano ad arrivare, intanto, i messaggi dei fan di pronta guarigione. 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it