La Gioventù Bruciata di Mahmood: 5 canzoni per raccontarsi. L'intervista

La Gioventù Bruciata di Mahmood: 5 canzoni per raccontarsi. L’intervista

ROMA – Una malinconia innata e un sound che cattura dalla prima nota. È lo stile di Mahmood, che – lo scorso 21 settembre – ha debuttato con il suo primo EP, Gioventù Bruciata. La sua musica, i suoi testi, però, non sono nuovi al grande pubblico. 

Mahmood racconta la sua "Gioventù Bruciata"

Nel 2016, Alessandro Mahmoud, ha partecipato alla sezione giovani del Festival di Sanremo con il suo brano Dimentica. Il suo 2017 è caratterizzato da due importanti collaborazioni: la prima con Fabri Fibra, con cui scrive e duetta nel brano Luna prodotto da Marz e pubblicato in Fenomeno – Masterchef EP; la seconda è con Michele Bravi, con cui scrive Presi Male, pezzo contenuto nella riedizione dell’album Anime di Carta. Fabri Fibra è presente anche in Gioventù Bruciata, nel brano Anni ’90. Nel 2018 è autore del brano Sobrio (feat. Elodie) contenuto nell’ultimo album di Guè Pequeno dal titolo Sinatra.

gioventù bruciata mahmoodIn Gioventù Bruciata, Mahmood racconta se stesso attraverso 5 brani personalissimi. La somma di tre anni di lavoro e più di mille canzoni scritte. L’amore tra nostalgia, orgoglio, rimpianto, rifiuto e desiderio. Il proprio vissuto di ragazzo di italo-egiziano e una realtà che, spesso, non va come si vorrebbe. Sono questi i temi cantati da Mahmood. Il risultato è un EP che si ascolta tutto d’un fiato, senza interruzioni.

La tracklist

Uramaki

Milano Good Vibes

Anni ‘90 (feat. Fabri Fibra)

Asia e Occidente

Mai Figlio Unico

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it