Asia Argento in lacrime a Verissimo: “Ho paura del mondo”

ROMA – Asia Argento si racconta a Verissimo in una lunga, dolorosa e intima intervista. 

Un anno difficile per la figlia del Maestro dell’horror. Una tempesta mediatica iniziata con le sue dichiarazioni contro Harvey Weinstein, il produttore cinematografico arrestato per  molestie. 

Io non volevo dichiarare in pubblico di aver subito molestie dai Weinsteinha raccontato l’attrice –  Non è stata una mia scelta parlare. Un giorno ho ricevuto una telefonata dal giornalista Ronan Farrow (figlio di  Mia Farrow e Woody Allen), che mi ha raccontato la storia di altre donne che avevano subito molestie dal produttore come me.continua Asia – Il numero delle vittime di Harvey era salito a 183, quindi abbiamo deciso di parlare. Avevamo paura di metterci la faccia Smascherando il ‘predatore seriale’ abbiamo dato fastidio ai potenti e ne sto pagando le conseguenze, però abbiamo cambiato il mondo con il movimento Metoo (contro la violenza sulle donne).

Dal giorno dell”incidente’ con il Weinstein “ho cambiato il mio rapporto con gli uomini e con il mondo ha raccontato l’attriceSono stata investita dalla sindrome post traumatica, agorafobia, ansia, depressione. Per questo, vado dall’analista da tanti anni, adesso più di prima (in riferimento al caso Jimmy Bennett)”.

La verità su Bennet e l’addio a X Factor 12

Asia racconta di aver ricevuto una lettera di ricatto in cui Jimmy Bennett chiedeva al’attrice 3,5 milioni di dollari per un “incidente” accaduto a Los Angeles. “Se ci date i soldi facciamo un patto di riservatezza”, recitava la lettera. Privacy che avrebbe tutelato l’attrice da uno scandalo. Se il giovane non avesse ricevuto i soldi avrebbe pubblicato una foto che ritrae lui e Asia insieme sul letto.

Allora lei era a L.A, in quell’occasione Bennett le aveva chiesto di aiutarlo a studiare un ruolo per un film, ma lui è saltato addosso all’attrice, che si è pietrificata sul letto. Poi sono ritornata in Italia ed ho seguito una terapia specifica per i traumi.

Io non avevo tutti quei soldiha dichiarato la Argentoallora avevo solo 5.000 euro in banca. Il mio compagno Anthony Bourdain era molto ricco e Jimmy lo sapeva. Proprio per questo mi ha ricattata e non perché lo avessi veramente molestato. Il ragazzo è una persona disperata, lui all’epoca era molto ricco ma la sua carriera è finita alll’età di 8 anni e i suoi genitori gli hanno rubato tutti i soldi”.

Le accuse di Bennett sono arrivate nel momento in cui Asia era impegnata con la 12esima edizione di X Factor. Il marchio – ingiusto – di “pedofila” l’hanno costretta ad allontanarsi dal programma:

Non volevo nuocere i ragazzi perché sono hanno deciso di partecipare al programma per inseguire il loro sogno – ha raccontato la figlia del regista dell’horrorLa giuria, il pubblico e i talenti mi volevano ed io ho sperato di poter ritornare. Ancora non capisco niente di quello che sia successo , sono sotto un’onda e non so se riuscirò a salire sopra“.

Il ricordo di  Anthony Bourdain

Anthony  Bourdain – gastronomo e scrittore – si è tolto la vita lo scorso lo scorso 8 giugno, lasciando un vuoto incolmabile nella vita della sua compagna Asia Argento.

La domanda su di lui da parte della Toffanin era inevitabile, ma le lacrime dell’Argento hanno preso il sopravvento. L’attrice si è sfogata nel salotto di Verissimo come se fosse a casa sua insieme ad un’amica: un momento di grande commozione, verità e intimità.

Lui si prendeva cura di me e dei miei figliha dichiarato Asia in lacrime –  Mi ha lasciato un vuoto che nessuno potrà mai colmarlo. Devo accettarlo perché non posso cambiare la sua assenza però questo dolore non va via. La mattina non ci sono i suoi messaggi, non c’è nessuno che mi dice ‘buonanotte’continua l’attricePerò devo farmi forza per proteggere i miei figli, finché non la troverò non riuscirò a farlo al 100%. – e conclude – Non so come una ferita del genere possa guarire“.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it